Requisiti per l'invio di modelli di Microsoft Office Word 2007

 Importante    In questo articolo sono disponibili linee guida e procedure consigliate destinate ai partner Microsoft che desiderano creare modelli di Microsoft Office Word 2007 conformi ai requisiti di pubblicazione per la sezione Modelli del sito Web Microsoft Office Online. Vengono forniti alcuni suggerimenti ma, per informazioni sulle procedure o di supporto per l'utilizzo delle caratteristiche illustrate, vedere il sito Web Come fare a... di Word 2007. Per informazioni su come creare, modificare o applicare i modelli, vedere Informazioni sui modelli

Un modello di Microsoft Office Word 2007 contiene oggetti, formattazione o contenuto di esempio che è possibile utilizzare per creare un nuovo documento in modo semplice e rapido.

In questo articolo vengono indicate le linee guida per la creazione di modelli di Word 2007, dal salvataggio e la condivisione di modelli alla loro formattazione per garantirne semplicità di utilizzo e un corretto funzionamento in caso di personalizzazione, stampa o visualizzazione in altri computer.

Queste linee guida sono finalizzate a offrire ai partner Microsoft un supporto per soddisfare i requisiti di pubblicazione per la sezione Modelli del sito Web Microsoft Office Online, ma possono anche essere utili per gli utenti che desiderano creare modelli da utilizzare a casa o al lavoro.

 Suggerimento    Per informazioni sulle novità riguardanti i modelli in Office Online, visitare il blog relativo ai modelli (informazioni in lingua inglese).

Contenuto dell'articolo


Prima di iniziare

Se si desidera creare un modello, leggere gli argomenti Informazioni necessarie per la creazione di un modello e Linee guida per la creazione di modelli di semplice utilizzo (Accesso facilitato). Dopo la creazione, se si è partner Microsoft sarà possibile condividere i modelli inviandoli al proprio contatto Microsoft.

Per un riepilogo di queste linee guida, vedere la Guida di riferimento rapido per la creazione di modelli di Word 2007.

Requisiti di installazione

Il computer utilizzato per creare i modelli per Office Online deve soddisfare i requisiti specifici dell'applicazione e del sistema operativo indicati di seguito.

Requisiti del sistema operativo

  • Per motivi di sicurezza, verificare che le impostazioni di sicurezza consigliate per il sistema operativo siano attivate e che il software antivirus in uso sia aggiornato.
  • Verificare che la lingua utilizzata per la creazione di un modello corrisponda a quella utilizzata per il sistema operativo e per Word 2007.

Requisiti per Word 2007

  • Utilizzare solo un'installazione pulita di Word 2007, ad esempio un'installazione senza tipi di carattere aggiuntivi o componenti aggiuntivi. In questo modo, è possibile garantire il funzionamento del modello con la maggior parte dei computer dei clienti.
  • Utilizzare le opzioni predefinite per i margini e le impostazioni di pagina di Word 2007. In questo modo, è possibile consentire alla maggior parte dei clienti di visualizzare e stampare i modelli senza problemi. Per ulteriori informazioni, vedere Opzioni relative al layout di pagina di seguito in questo documento.

Impostazioni di localizzazione

Per evitare problemi con gli strumenti e i processi qualora i modelli siano localizzati in altre lingue, è necessario verificare che nei modelli non siano incorporati o archiviati dati linguistici, smart tag e informazioni correlate alla privacy.

Aprire un nuovo documento di Word 2007 e quindi eseguire la procedura seguente:

  1. Fare clic sul pulsante Microsoft Office, fare clic su Opzioni di Word e quindi su Impostazioni avanzate.
  2. In Fedeltà in caso di condivisione di deselezionare le opzioni Incorpora dati linguistici e Incorpora smart tag. Verificare che queste opzioni siano deselezionate sia per Tutti i documenti nuovi che per Documento corrente.
  3. Nello stesso documento in Opzioni di Word fare clic su Centro protezione e quindi su Impostazioni Centro protezione.
  4. Fare clic su Opzioni privacy e quindi deselezionare l'opzione Memorizza numero casuale per migliorare la correttezza dell'unione.

Come creare un modello

Per creare un modello, salvare un documento nuovo o esistente in uno dei formati di file dei modelli di Word 2007. In genere si utilizza il formato Modello di Word (file con estensione dotx), a meno che il modello non contenga macro. In questo caso, è necessario utilizzare il formato Modello di Word con attivazione macro (file con estensione dotm).

Per ulteriori informazioni sulla creazione e sul salvataggio dei modelli, leggere Creazione di un nuovo modello nel sito Web Guida e procedure di Word 2007 oppure eseguire le operazioni seguenti:

  1. Aprire il documento che si desidera salvare come modello o aprire un nuovo documento.
  2. Fare clic sul pulsante Microsoft Office e quindi su Salva con nome.
  3. Passare al percorso in cui si desidera salvare il modello e quindi digitare un nome di file.
  4. Fare clic sulla casella Tipo file e selezionare Modello di Word oppure Modello di Word con attivazione macro se nel modello sono presenti macro o se si prevede di aggiungerne.
  5. Affinché in Word 2007 venga generata automaticamente un'anteprima della prima pagina del modello, selezionare la casella di controllo Salva anteprima. Dopo aver utilizzato il modello, l'immagine verrà visualizzata nel riquadro Nuovo documento in Ultimi modelli usati. Questo può consentire di trovare il modello più rapidamente la volta successiva che si desidera utilizzarlo per creare un nuovo documento.
  6. Fare clic su Salva.

Per aprire un documento basato sul nuovo modello, passare al percorso in cui è stato salvato il modello e fare doppio clic sul nome del file. Se si preferisce selezionare e applicare un modello dopo l'apertura di un nuovo documento in Word, salvare i modelli nel relativo percorso predefinito nel computer.

In questo modo, sarà possibile utilizzare i modelli passando a Modelli nel riquadro Nuovo documento. In Windows Vista il percorso predefinito per i modelli è C:\Users\NOMEUTENTE\AppData\Roaming\Microsoft\Templates. In Windows XP il percorso è C:\Documents and Settings\NOMEUTENTE\Dati applicazioni\Microsoft\Templates.

Per modificare un modello

È possibile salvare un documento come modello in qualsiasi momento e aggiornare il modello quando lo si desidera. Dopo aver creato il file del modello, per modificarlo è necessario verificare di aprire il modello stesso e non un documento basato sul modello. Per eseguire questa operazione:

  1. Per aprire un modello, eseguire una delle operazioni seguenti:
    • Aprire Word 2007, fare clic sul pulsante Microsoft Office e quindi su Apri. Passare al percorso in cui è archiviato il modello, selezionare il modello e quindi fare clic su Apri.
    • Passare al percorso in cui è archiviato il modello, fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome di file del modello e quindi scegliere Apri.

 Nota   Potrebbe essere necessario passare a una percorso di rete, se il modello è condiviso in rete, o a una cartella nel computer, come la cartella Documenti. Per apportare modifiche a un modello visualizzato nel riquadro Nuovo documento, in Modelli, passare al percorso predefinito per i modelli nel computer. In Windows Vista il percorso predefinito per i modelli è C:\Users\NOMEUTENTE\AppData\Roaming\Microsoft\Templates. In Windows XP il percorso è C:\Documents and Settings\NOMEUTENTE\Dati applicazioni\Microsoft\Templates.

  1. Apportare le modifiche al modello e quindi salvarlo.

Per impedire le modifiche a un modello (impostarlo per la sola lettura)

Se non si desidera che altri utenti apportino modifiche a un modello, è possibile impostare le proprietà del file su "sola lettura" anziché su "lettura/scrittura". A tale scopo, eseguire la procedura seguente:

  1. Passare al percorso in cui è archiviato il modello.

 Nota   Potrebbe essere necessario passare a una percorso di rete, se il modello è condiviso in rete, o a una cartella nel computer, come la cartella Documenti. Per apportare modifiche a un modello visualizzato nel riquadro Nuovo documento, in Modelli, passare al percorso predefinito per i modelli nel computer. In Windows Vista il percorso predefinito per i modelli è C:\Users\NOMEUTENTE\AppData\Roaming\Microsoft\Templates. In Windows XP il percorso è C:\Documents and Settings\NOMEUTENTE\Dati applicazioni\Microsoft\Templates.

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome di file del modello e quindi scegliere Proprietà.
  2. Nella scheda Generale accanto ad Attributi selezionare la casella di controllo Sola lettura e quindi fare clic su OK.
  3. Per sapere se un modello è di sola lettura, verificare se quando si apre il modello accanto al titolo è presente l'indicazione (Sola lettura). L'indicazione (Sola lettura) non viene visualizzata nel nome di file dove è stato archiviato il modello, ma solo accanto al titolo dopo avere aperto il modello stesso

 Importante   Se si desidera apportare modifiche al modello in un secondo momento, ricordarsi di deselezionare le proprietà di sola lettura prima di iniziare. In caso contrario, in Word verrà richiesto di salvare il file utilizzando un nome diverso.

Per visualizzare i modelli nel riquadro Nuovo documento di Word 2007 in Modelli

È possibile salvare un modello in qualsiasi percorso del computer o in una rete a cui si abbia accesso e quindi aprire nuovi documenti in base al modello passando a tale percorso e facendo doppio clic sul modello.

È inoltre possibile aprire un nuovo documento e quindi applicare il modello passando a Modelli nel riquadro Nuovo documento in Word 2007. Non è necessario passare al percorso in cui è stato archiviato il modello ogni volta che si desidera utilizzarlo per creare un nuovo documento.

Per poter selezionare un modello in Modelli, è innanzitutto necessario aggiungerlo al percorso predefinito per i modelli nel computer. A tale scopo, eseguire le operazioni seguenti:

  1. Passare alla cartella o al percorso in cui è archiviato il modello.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome di file del modello e quindi scegliere Copia se si desidera creare una copia del modello oppure Taglia se si desidera spostare il modello senza mantenerne una copia.
  3. Passare al percorso predefinito per i modelli nel computer:
    • In Windows Vista il percorso predefinito è C:\Users\NOMEUTENTE\AppData\Roaming\Microsoft\Templates.
    • In Windows XP il percorso è C:\Documents and Settings\NOMEUTENTE\Dati applicazioni\Microsoft\Templates.
  4. Fare clic con il pulsante destro del mouse in un punto qualsiasi nella cartella predefinita e quindi scegliere Incolla.
  5. Per verificare se è possibile utilizzare il documento dal riquadro Nuovo documento, aprire Word, fare clic sul pulsante Microsoft Office e quindi su Nuovo.
  6. In Modelli fare clic su Modelli per aprire la finestra di dialogo Nuovo. Il modello verrà visualizzato nella scheda Modelli.

 Nota   Se si copia solamente il modello anziché spostarlo nel percorso predefinito per i modelli, assicurarsi di modificare entrambe le copie del modello ogni volta che si apportano modifiche.

Per visualizzare i modelli di rete nel riquadro Nuovo documento di Word 2007

Se si distribuiscono o si gestiscono modelli in una rete, questi possono essere utilizzati da chiunque lo necessiti tramite il riquadro Nuovo documento in Word 2007, senza che sia necessario passare al percorso di rete in cui sono archiviati i modelli.

Di seguito viene illustrato come visualizzare i modelli di rete in Word 2007:

  1. Aprire Word, fare clic sul pulsante Microsoft Office e quindi su Opzioni di Word.
  2. Fare clic su Impostazioni avanzate, scorrere fino alla sezione Generale e quindi fare clic su Directory predefinite.
  3. Fare clic su Modelli workgroup e quindi su Modifica.
  4. Passare alla condivisione di rete in cui sono stati archiviati i modelli e quindi fare clic su OK.

La volta successiva che si fa clic su Modelli nella finestra Nuovo documento, verranno visualizzati i modelli archiviati nell'unità di rete. Insieme a questi modelli verranno tuttavia visualizzati anche tutti i modelli presenti nel computer dell'utente archiviati nel percorso predefinito per i modelli.

In Windows Vista il percorso predefinito per i modelli è C:\Users\NOMEUTENTE\AppData\Roaming\Microsoft\Templates. In Windows XP il percorso è C:\Documents and Settings\NOMEUTENTE\Dati applicazioni\Microsoft\Templates.

 Suggerimento   Verificare che tutti gli utenti che devono utilizzare il modello abbiano accesso all'unità di rete e che si tratti di un percorso attendibile e protetto. È inoltre possibile impostare le proprietà della cartella di rete o del file del modello come di sola lettura in modo che non sia possibile apportare modifiche in modo semplice o accidentalmente.

Torna all'inizio Torna all'inizio

Utilizzo di temi, stili e formattazione

I temi semplificano la modifica dell'aspetto dei modelli consentendo, nello stesso tempo, di mantenere l'integrità della struttura originale. Utilizzando i temi disponibili nella scheda Layout di pagina, inclusi i temi scaricati dalla sezione Modelli del sito Web Microsoft Office Online, gli utenti possono modificare i tipi di carattere e i colori di un modello in modo coerente e con pochi clic.

Se non si ha familiarità con i temi o con il loro funzionamento, è possibile leggere il post del blog relativo ai modelli dedicato alle informazioni sui temi (informazioni in lingua inglese). Per analizzare il funzionamento di un modello con supporto per i temi, è inoltre possibile scaricare il modello Ricevuta di donazione e applicare temi diversi dalla scheda Layout di pagina della barra multifunzione.

Come creare un modello con supporto per i temi

Per creare un modello con supporto per i temi, è innanzitutto necessario impostare stili che utilizzano i colori del tema e le coppie di tipi di carattere del tema, quindi applicare tali stili a tutti gli oggetti e il testo nel modello. L'applicazione di stili può consentire di evitare i problemi di formattazione e layout che possono verificarsi quando gli utenti modificano il contenuto di un modello per uso personale, ad esempio aggiungendo righe di testo o modificando le immagini.

Negli stili devono essere utilizzati i tipi di carattere per le intestazioni e il corpo del testo previsti dalle coppie di tipi di carattere predefinite in Word 2007 o dalle coppie create utilizzando le opzioni relative ai tipi di carattere nella scheda Layout di pagina. È possibile formattare gli stili utilizzando qualsiasi opzione di formattazione aggiuntiva desiderata. È inoltre possibile creare tavolozze dei colori del tema personalizzate tramite le opzioni relative ai colori nella scheda Layout di pagina.

 Importante   Per ulteriori informazioni su come creare, applicare e modificare gli stili in Word 2007, vedere il sito Web Guida e procedure di Word 2007. Di seguito vengono indicate alcune linee guida per l'utilizzo di stili, temi e tipi di carattere in un modello.

Stili

La finestra Stili è disponibile nella scheda Home della barra multifunzione di Word 2007. È consigliabile applicare gli stili a tutti gli oggetti e il testo di un modello, incluse le immagini e le forme. Per alcuni oggetti, tuttavia, come le forme e i controlli contenuto, è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sull'oggetto per visualizzare ulteriori opzioni di formattazione.

  • Applicare gli stili a tutto il testo di un modello, verificando che contengano tutta la formattazione di caratteri, paragrafi ed elenchi.
  • Utilizzare i colori del tema e i tipi di carattere di intestazione e corpo solo negli stili personalizzati. È possibile creare tavolozze dei colori del tema e coppie di tipi di carattere per un modello, se lo si desidera, utilizzando le opzioni relative a tipi di carattere e colori disponibili nella scheda Layout di pagina della barra multifunzione.
  • Per modificare l'aspetto del testo o degli oggetti, modificare lo stile associato al testo nel modello anziché modificare manualmente il contenuto del modello.
  • È consigliabile cercare di utilizzare o di modificare gli stili predefiniti nel documento ma, quando necessario, creare nuovi stili.
  • Quando si creano nuovi stili, verificare che il nome dello stile rappresenti chiaramente la sua funzione nel modello. In un volantino per un evento, ad esempio, è possibile creare un nuovo stile e applicarlo al testo segnaposto per i nomi degli sponsor. Il nome consigliato per lo stile in questo caso sarebbe "Sponsor evento" o "Nome sponsor evento".
  • Per rendere gli stili più facilmente accessibili da parte degli utenti che desiderano applicarli o modificarli dopo avere aperto il modello, aprire il riquadro Stili e configurare le opzioni per la visualizzazione degli stili in uso o degli stili presenti nel documento corrente. Eliminare gli stili creati o modificati ma non utilizzati nel modello.

 Nota   Per un maggiore controllo sugli stili visualizzati nel riquadro attività Stili e sull'ordine di visualizzazione, aprire il riquadro attività Stili e quindi fare clic sul pulsante Gestisci stili (passare il puntatore del mouse sui pulsanti per visualizzarne i nomi). Nella finestra di dialogo Gestione stili fare clic sulla scheda Stili consigliati e quindi utilizzare le opzioni di configurazione disponibili.

 Nota   Per riutilizzare in modo più semplice gli stili in più documenti, importarli da o esportarli in altri modelli utilizzando il pulsante Importa/esporta nella scheda Stili consigliati che è possibile visualizzare eseguendo la procedura descritta in precedenza.

  • Se si desidera consentire agli utenti di individuare e utilizzare gli stili in modo più rapido, aprire il riquadro Stili dalla scheda Home, fare clic con il pulsante destro del mouse su ogni stile e quindi scegliere Aggiungi alla raccolta stili veloci.

Temi

  • Per creare un modello con supporto per i temi, associare tutti gli stili a una combinazione di colori e coppie di tipi di carattere (tipi di carattere di intestazione e corpo). Per aprire il riquadro Stili passare alla scheda Home della barra multifunzione di Word 2007 e fare clic sulla freccia nell'angolo in basso a destra della sezione Stili.
  • Nel riquadro Stili o nella raccolta stili veloci fare clic con il pulsante destro del mouse sugli stili esistenti per modificarli o creare nuovi stili utilizzando i colori del tema e coppie di tipi di carattere di intestazione e corpo.
  • È possibile utilizzare le combinazioni di colori e le coppie di tipi di carattere incluse in Word 2007 oppure crearne e applicarne di personalizzate. Per creare nuovi colori del tema e coppie di tipi di carattere, utilizzare le opzioni disponibili nella sezione Temi della scheda Layout di pagina.
  • Quando si formattano le linee e il colore di riempimento per le forme, applicare solo i colori del tema e non i colori standard. In genere, le opzioni di formattazione sono disponibili facendo clic con il pulsante destro del mouse su un oggetto. Quando si seleziona un oggetto, sulla barra multifunzione vengono anche visualizzate automaticamente le schede relative al formato.

Tipi di carattere

  • Utilizzare solo i tipi di carattere inclusi nella versione in uso di Windows e di Microsoft Office System, che sono gli unici disponibili se si utilizza un'installazione pulita di Word 2007 e non sono stati installati tipi di carattere aggiuntivi per Windows o per altre applicazioni di Microsoft Office. Se si scaricano e si applicano tipi di carattere aggiuntivi, gli utenti che non hanno installato tali tipi di carattere potrebbero non essere in grado di stampare o di visualizzare correttamente il modello.
  • Associare tutti i tipi di carattere utilizzati nel modello a uno stile e modificare il testo formattando solo lo stile. Non modificare manualmente l'aspetto del testo in un modello.
  • Utilizzare tipi di carattere di intestazione e corpo negli stili selezionandoli dai tipi di carattere predefiniti per il tema corrente nel modello. Le opzioni relative ai tipi di carattere sono disponibili nella finestra di dialogo Modifica stile nella parte superiore dell'elenco a discesa Formattazione e sono, rispettivamente, le opzioni "Nome tipo di carattere (intestazioni)" e "Nome tipo di carattere (Corpo)". È inoltre possibile creare coppie di tipi di carattere personalizzate utilizzando l'opzione relativa ai tipi di carattere nella scheda Layout di pagina sulla barra multifunzione.
  • Per modificare o applicare un colore di un tipo di carattere, modificare lo stile associato al tipo di carattere e scegliere solo tra i colori del tema. Non applicare manualmente un colore a un tipo di carattere in un modello. È possibile scegliere tra le tavolozze dei colori dei tipi di carattere esistenti in Word 2007 o creare tavolozze dei colori dei tipi di carattere personalizzate.

Formattazione di caratteri e paragrafi

  • Applicare la formattazione di paragrafo, incluse le impostazioni relative a rientri, tabulazioni, interlinea e impaginazione, formattando gli stili. Per ulteriori informazioni sull'inserimento di interruzioni di pagina, vedere Interruzioni di pagina nella sezione Opzioni relative al layout di pagina di seguito in questo documento.
  • Non formattare manualmente i paragrafi in un modello né aggiungere interlinee inserendo segni di paragrafo.
  • In Word 2007 è anche possibile creare stili per i caratteri che verranno visualizzati in un paragrafo. Poiché per alcuni utenti gli stili possono risultare difficili da utilizzare, è consigliabile utilizzare solo la formattazione a livello di paragrafo e applicare gli stili di carattere con cautela. Se si creano stili di carattere, assicurarsi che siano etichettati in modo chiaro in base all'utilizzo nel modello e in un paragrafo.
  • Per verificare se gli stili di carattere o di paragrafo sono applicati correttamente, visualizzare i segni di paragrafo nel modello e modificare il testo segnaposto e di esempio.

Torna all'inizio Torna all'inizio

Inserimento di caselle di testo e di tabelle

In questa sezione vengono illustrate le opzioni comunemente utilizzate nella scheda Inserisci della barra multifunzione di Word 2007.

Caselle di testo

Per inserire una casella di testo, passare alla scheda Inserisci, fare clic su Casella di testo e quindi su Disegna casella di testo. Trascinare il cursore per ottenere la forma e le dimensioni desiderate, quindi fare clic sulla scheda Formato sulla barra multifunzione oppure fare clic con il pulsante destro del mouse sulla casella di testo per visualizzare le opzioni di formattazione, come colori, linee, effetti di riempimento, layout e ritorno a capo del testo.

Le caselle di testo possono essere utili per gli scopi seguenti:

  • Posizionare testo o immagini in un punto specifico della pagina.
  • Consentire agli utenti di spostare o ridimensionare parti di un modello, ad esempio grafica o testo.
  • Visualizzare le immagini come sfondi trasparenti. In Word 2007, è possibile impostare un'immagine come sfondo trasparente inserendo una casella di testo o una forma e quindi riempiendola con un'immagine (non inserire né incorporare l'immagine) utilizzando le impostazioni Effetti di riempimento e Trasparenza. Per visualizzare queste impostazioni, fare clic con il pulsante destro del mouse sulla casella di testo o sulla forma e quindi scegliere l'opzione di menu Formato casella di testo o Formato forme.
  • Riversare il testo in più aree di una o più pagine, ad esempio sezioni di un notiziario con più pagine.

Linee guida per l'utilizzo delle caselle di testo:

  • In generale, non utilizzare le caselle di testo nei modelli in cui il contenuto può essere facilmente gestito tramite tabelle o testo in linea, ad esempio in una lettera commerciale o in un curriculum vitae.
  • Utilizzare i controlli contenuto, che possono non essere più visualizzati quando si digita sopra di essi, per formattare e visualizzare il testo segnaposto o di esempio in una casella di testo. Per ulteriori informazioni, vedere Controlli contenuto di seguito in questo documento.
  • Per impostazione predefinita, le caselle di testo non vengono ridimensionate per adattarsi al testo o alle immagini. A meno che le dimensioni della casella di testo non siano importanti per la struttura di un modello, formattare la casella di testo in modo che si ridimensioni automaticamente e prendere in considerazione l'utilizzo di un controllo immagine per inserire le immagini. Per ulteriori informazioni, vedere Controlli contenuto e Inserimento di immagini, forme ed elementi grafici SmartArt.
  • Formattare la posizione di ogni casella di testo in relazione alla pagina. In questo modo, è possibile garantire l'integrità della struttura nel caso in cui gli utenti modifichino l'orientamento della pagina o i margini del modello.
  • Applicare gli stili al contenuto di ogni casella di testo, verificando che contengano non solo formattazione di paragrafo, ma anche tipi di carattere e colori con supporto per i temi.
  • Se si inserisce un'immagine segnaposto per un logo in una casella di testo, verificare che bordi della casella di testo siano disattivati. Anche in questo caso, prendere in considerazione l'utilizzo di un controllo immagine. Per ulteriori informazioni, vedere Controlli contenuto.
  • Se si riposiziona una casella di testo mentre si testa o si sviluppa un modello, tutte le impostazioni precedenti relative al posizionamento orizzontale o verticale andranno perse. È consigliabile assicurarsi che le caselle di testo siano posizionate in relazione alla pagina subito prima di salvare e inviare il modello.
  • Se un modello include anche tabelle oppure immagini e testo in linea, è consigliabile testare tutte le caselle di testo aggiungendo o rimuovendo testo oppure sostituendo e ridimensionando la grafica. In questo modo, è possibile verificare che le caselle di testo funzionino come desiderato, in particolare in relazione agli altri oggetti ed elementi, quando gli utenti modificano un modello.

Tabelle

Per inserire una tabella, passare alla scheda Inserisci, fare clic su Tabella e quindi selezionare il numero di righe e di colonne che si desidera utilizzare. Fare clic in un punto qualsiasi nella tabella e quindi sulla scheda Progettazione o Layout sulla barra multifunzione (oppure fare clic sull'icona della tabella visualizzata nell'angolo in alto a sinistra per selezionare l'intera tabella e quindi fare clic con il pulsante destro del mouse) per visualizzare opzioni di formattazione che consentono ad esempio di specificare il layout, i bordi e l'ombreggiatura.

Le tabelle possono essere utili per gli scopi seguenti:

  • Disporre testo, forme e immagini in relazione tra di loro, ad esempio in un volantino di informazioni su un evento in cui sono presenti immagini e testo segnaposto.
  • Limitare o mettere a disposizione una quantità di spazio che gli utenti possono utilizzare per il testo o le immagini mantenendo l'integrità di una struttura. È ad esempio possibile limitare la quantità di spazio che è possibile utilizzare per il titolo di un notiziario e una fotografia di accompagnamento, ma consentire di utilizzare una quantità illimitata di testo in una colonna o in un articolo.
  • Fungere da contenitore per i blocchi predefiniti (in caso di aggiunta alla raccolta Parti rapide) per garantire che il posizionamento e la formattazione di immagini, forme o testo rimangano coerenti quanto gli utenti modificano il modello. È ad esempio possibile utilizzare una tabella per creare un modello di curriculum vitae e quindi creare blocchi predefiniti per voci aggiuntive relative all'istruzione o alle esperienze lavorative. In questo modo, i clienti possono inserire con semplicità la parte rapida (blocco predefinito) appropriata in una cella della tabella e modificare il testo senza dover applicare stili o formattazione.

Linee guida per l'utilizzo delle tabelle:

  • Utilizzare le celle delle tabelle principalmente per il rientro e per l'allineamento delle informazioni correlate.
  • Ridurre al minimo l'interazione degli utenti con le tabelle indicando chiaramente dove possono aggiungere o modificare il contenuto. Per il testo, ad esempio, è possibile utilizzare uno stile diverso per ogni tipo di informazione. In un notiziario è possibile inserire il titolo e il corpo in celle distinte. In un biglietto di auguri è possibile inserire un'immagine e il testo di auguri in celle distinte.
  • Formattare la posizione delle tabelle in relazione alla pagina. Se la posizione assoluta di una tabella è importante per la struttura, impostare anche l'allineamento orizzontale e verticale appropriato.
  • Se le dimensioni della tabella sono importanti per la struttura, formattare le dimensioni delle righe e delle colonne della tabella in modo che gli utenti non possano provocare accidentalmente il riversamento della tabella in un'altra pagina o in un'altra area del modello.
  • Impostare le righe del titolo per la ripetizione, se appropriato per la struttura e se è consentito il riversamento del testo di una tabella da una pagina all'altra.
  • Per impedire il riversamento del testo immesso dagli utenti in aree non desiderate della struttura del modello, ad esempio oltre una tabella, non consentire il ritorno a capo del testo nelle tabelle. In questo modo, è inoltre possibile impedire agli utenti di tentare di eliminare una tabella per visualizzare il testo senza ritorno a capo.
  • Se un modello contiene sia tabelle che caselle di testo, testo o grafica in linea, verificare il corretto funzionamento della tabella aggiungendo o rimuovendo testo, modificando le opzioni relative al layout di pagina, stampando il modello con orientamenti diversi della pagina e aggiungendo, sostituendo o riposizionando immagini e forme accanto alla tabella.

Utilizzo di blocchi predefiniti (parti rapide) in un modello

I blocchi predefiniti, detti anche parti rapide, sono blocchi di contenuto preformattati che è possibile aggiungere alla raccolta Parti rapide nella scheda Inserisci. In questo modo, anziché aggiungere manualmente informazioni a un modello, gli utenti possono fare clic su una parte rapida e inserire velocemente elementi di progettazione, contenuto o contenuto segnaposto, in particolare per quanto riguarda il contenuto che si desidera utilizzare più di una volta, in un modello.

I blocchi predefiniti possono essere utili, ad esempio, per consentire agli utenti di aggiungere gruppi aggiuntivi di informazioni sull'istruzione o sulle esperienza lavorative in un curriculum vitae, per aggiungere diversi tipi di domande a scelta multipla a un test o per aggiungere ricette a un modello di ricettario.

La creazione e il salvataggio di blocchi predefiniti in un modello consentono inoltre di risparmiare tempo e di garantire la coerenza nei modelli in cui è necessario eseguire le operazioni seguenti:

  • Riutilizzare un elemento di progettazione, ad esempio testo segnaposto o di esempio con formattazione specifica, un bordo, un'immagine o un colore di sfondo per una parte di un modello o un segnaposto per immagine.
  • Utilizzare testo, immagini o forme in una serie di modelli che condividono una struttura o elementi di progettazione come lo stesso piè di pagina, logo della società e slogan in un gruppo di modelli aziendali che includono lettere, fatture, volantini, biglietti da visita e notiziari.

Se si creano blocchi predefiniti, è consigliabile aggiungerli alla raccolta Parti rapide. In questo modo, i blocchi predefiniti verranno visualizzati nel menu Parti rapide, per consentire agli utenti di individuarli e inserirli in modo più semplice. Se si creano blocchi predefiniti per raccolte utilizzate di frequente in Word 2007, ad esempio intestazioni o piè di pagina, assicurarsi di aggiungere anche i blocchi predefiniti personalizzati alla raccolta predefinita appropriata. In questo modo, gli utenti potranno individuare il contenuto in modo più semplice quando utilizzano Gestione blocchi predefiniti.

 Importante    Per rendere disponibili i blocchi predefiniti nella versione pubblicata di un modello, è invece necessario salvare ogni blocco nel file del modello. Per informazioni su come eseguire questa operazione, leggere la procedura riportata immediatamente dopo le linee guida seguenti. Non salvare i blocchi predefiniti nel modello predefinito di blocchi predefiniti in Word 2007 (Building Blocks.DOTX), in quanto in questo modo non sarebbero disponibili con il modello quando lo si invia per la pubblicazione online.

Linee guida per la creazione e il salvataggio di blocchi predefiniti:

  • In generale, creare blocchi predefiniti per gli elementi di progettazione o i segnaposto del contenuto che gli utenti potrebbero utilizzare più di una volta in un modello.
  • Assicurarsi che i blocchi predefiniti offrano supporto per i temi, come il resto del contenuto nel modello di Word 2007. Per ulteriori informazioni su come creare modelli con supporto per i temi, vedere Utilizzo di temi, stili e formattazione più indietro in questo documento.
  • Se si salvano i blocchi predefiniti nella raccolta Parti rapide, raggruppare gli elementi correlati per impedire problemi di disposizione su più livelli e per consentire agli utenti di identificare e selezionare in modo più semplice il contenuto senza dover scorrere un numero estremamente alto di opzioni quando utilizzano il menu Parti rapide.
  • Se si raggruppano gli elementi, formattare il gruppo immediatamente prima di salvarlo nella raccolta Parti rapide, o in un'altra raccolta. La formattazione applicata prima di raggruppare due o più elementi viene automaticamente rimossa quando si esegue il raggruppamento.
  • Per il contenuto dei blocchi predefiniti, attenersi a tutte le linee guida per la formattazione di immagini, testo, tabelle, forme e altri oggetti riportate nel presente documento. Assicurarsi, ad esempio, di formattare i gruppi di elementi di progettazione in relazione alla pagina e determinare se ogni gruppo deve rimanere davanti o dietro al testo. In questo modo, è possibile evitare problemi di allineamento e disposizione su più livelli quando gli utenti inseriscono i blocchi predefiniti in un documento.
  • I blocchi predefiniti salvati nella raccolta Parti rapide vengono visualizzati anche nel menu Parti rapide e in Gestione blocchi predefiniti. In base al contenuto e alla posizione nella pagina, tuttavia, nel menu Parti rapide potrebbe non venire visualizzata l'anteprima del blocco predefinito. Per consentire agli utenti di selezionare con maggiore facilità questi blocchi predefiniti, assicurarsi che i nomi dei blocchi ne identifichino chiaramente contenuto e funzione, in particolare in relazione agli altri blocchi predefiniti disponibili nel modello.
  • Se i blocchi predefiniti non appartengono a una delle raccolte predefinite di blocchi predefiniti di Word 2007, ad esempio intestazioni, piè di pagina o numeri di pagina, e sono stati creati più tipi di blocchi predefiniti, creare nuove categorie e organizzare i blocchi predefiniti in modo appropriato in queste categorie.
  • Assicurarsi che i nomi delle categorie indichino chiaramente il tipo di blocco predefinito contenuto, ad esempio "Bordi di pagina". Raggruppare inoltre i blocchi predefiniti correlati, ad esempio tutte le variazioni di bordi di pagina, nella categoria appropriata e creare nuove categorie per altri gruppi di blocchi predefiniti, ad esempio "Immagini di sfondo".

Come salvare i blocchi predefiniti nella raccolta Parti rapide

 Importante   Non salvare i blocchi predefiniti nel modello predefinito di blocchi predefiniti in Word 2007 (Building Blocks.DOTX). Per rendere disponibili i blocchi predefiniti nella versione pubblicata di un modello, è necessario salvarli nel file del modello stesso. Assicurarsi di salvare il modello e non cambiare il nome del file dopo avere aggiunto blocchi predefiniti alla raccolta Parti rapide.

  1. Creare e salvare un file con estensione dotx utilizzando un nome di file appropriato. Se si modifica il nome di file successivamente, potrebbe essere necessario aprire il file del modello originale e salvare ogni blocco predefinito nel nuovo file, modificando le proprietà del blocco predefinito in Gestione blocchi predefiniti. Se, tuttavia, si apre il file del modello e lo si salva in un nuovo file, i blocchi predefiniti vengono visualizzati automaticamente nel nuovo modello.
  2. Creare o copiare il contenuto che si desidera salvare come blocco predefinito nel modello.
  3. Selezionare il contenuto del blocco predefinito e nella scheda Inserisci fare clic su Parti rapide e quindi su Salva selezione nella raccolta parti rapide.
  4. Nella finestra di dialogo Crea nuovo blocco predefinito immettere il nome per il blocco predefinito e selezionare la raccolta appropriata. Attenersi alle linee guida per l'assegnazione dei nomi indicate in questo documento.
  5. Per visualizzare i blocchi predefiniti nel menu Parti rapide, nell'elenco Raccolta selezionare Parti rapide. Se si prevede di aggiungere più di un blocco predefinito, assicurarsi anche in questo caso che il nome rappresenti chiaramente il contenuto o la funzione del blocco predefinito, ad esempio in base alla variazione di struttura o di colore.
  6. Nell'elenco Categoria selezionare Generale solo se si stanno creando uno o più blocchi predefiniti dello stesso tipo. Se si prevede di creare diversi tipi di blocchi predefiniti, selezionare Crea nuova categoria e quindi immettere un nome di categoria appropriato per l'utilizzo del blocco predefinito nel modello, ad esempio Domande a scelta multipla, Firme o Bordi per fotografie. Le descrizioni delle categorie sono facoltative. Non immettere informazioni nel campo Descrizione ogni volta che si crea un blocco predefinito, in quanto questo campo riguarda solo la categoria selezionata e non ogni blocco predefinito.
  7. Nell'elenco Salva in selezionare il nome del file del modello. È necessario selezionarlo per ogni blocco predefinito aggiunto al modello. In caso contrario, il blocco predefinito verrà aggiunto solamente al modello predefinito di blocchi predefiniti locale (Building Blocks.DOTX) e non verrà visualizzato nel modello pubblicato.
  8. Nell'elenco Opzioni selezionare l'opzione di inserimento appropriata, in base al tipo di blocco predefinito che si sta creando.

Poiché i blocchi predefiniti sono condivisi tra tutti i documenti di Word 2007 aperti, non è possibile testarli semplicemente visualizzando il menu Parti rapide o Gestione blocchi predefiniti in un altro documento aperto mentre si crea il modello. Per verificare se un blocco predefinito è stato correttamente aggiunto a un modello, eseguire la procedura seguente:

  1. Chiudere Word 2007 e qualsiasi altro documento aperto, quindi riaprire il file del modello facendo clic con il pulsante destro del mouse sul nome e scegliendo Apri. In questo modo, verrà aperto il modello (file con estensione dotx) anziché un documento (file con estensione docx) basato sul modello.
  2. Verificare se nel menu Parti rapide e in Gestione blocchi predefiniti il blocco predefinito è visualizzato nella posizione corretta.
  3. Se i blocchi predefiniti sembrano essere stati salvati correttamente nel modello, chiudere il file del modello e quindi aprire un documento (file con estensione docx) basato sul modello.
  4. Inserire ogni blocco predefinito nel documento di test per verificare se funziona correttamente. Verificare il funzionamento dei blocchi predefiniti anche modificando il testo o le immagini in esso contenuti, se si desidera consentire agli utenti di modificarli, e assicurandosi che il documento venga stampato correttamente dopo l'aggiunta di blocchi predefiniti, inclusa qualsiasi combinazione di blocchi che l'utente potrebbe utilizzare.
  5. Se è necessario apportare modifiche a un blocco predefinito, chiudere il documento di test e quindi riaprire il file del modello. Ripetere questi passaggi di test funzionali ogni volta che si modificano i blocchi predefiniti in un modello.

Se si desidera inviare un modello di blocco predefinito anziché includere i blocchi predefiniti in un modello di Word 2007, vedere i requisiti di invio in Creazione e invio di modelli di blocchi predefiniti di seguito in questo documento.

Torna all'inizio Torna all'inizio

Inserimento di immagini, forme ed elementi grafici SmartArt

In questa sezione il termine immagini indica fotografie, immagini, ClipArt ed elementi grafici SmartArt, ad eccezione dei casi in cui a ognuno di questi elementi si applicano linee guida specifiche. Queste caratteristiche sono disponibili nella scheda Inserisci della barra multifunzione di Word 2007.

Responsabilità legali

Prima di scegliere le immagini da includere in un modello, verificare che non siano protette da copyright o marchio registrato e che siano appropriate per la distribuzione pubblica.

Formato del file di immagine

È possibile inserire file vettoriali o bitmap, ma per ottenere qualità e dimensioni del file ottimali è consigliabile inserire i formati seguenti:

  • File di interscambio JPEG (file JPEG, JPG, JFIF o JPE)
  • Portable Network Graphics (file PNG)
  • Enhanced metafile di Windows (file EMF)

Risoluzione delle immagini

Il valore della risoluzione dipende da come si prevede che venga utilizzato un modello:

  • Se un modello deve essere visualizzato solo online, utilizzare una risoluzione di 72 DPI.
  • Se un modello è destinato alla stampa o all'utilizzo online, utilizzare una risoluzione di 150 o 200 DPI.
  • Per testare la risoluzione dell'immagine, stampare il modello con una stampante domestica. Le stampanti commerciali utilizzano una risoluzione di 300 DPI, ma la maggior parte delle stampanti domestiche consente di stampare solo con risoluzioni da 150 a 200 DPI.

Ridimensionamento e formattazione di immagini

È possibile aggiungere immagini a un modello inserendole direttamente in una pagina ("in linea") oppure inserendole in una casella di testo o in una cella di una tabella. È inoltre possibile inserire immagini utilizzando un controllo contenuto Immagine, che è possibile formattare come qualsiasi altro oggetto in aggiunta alla formattazione dell'immagine.

Un controllo immagine consente agli utenti di modificare l'immagine senza copiare o incollare immagini. È invece possibile fare clic sull'etichetta del controllo immagine sopra all'immagine stessa affinché in Word venga automaticamente visualizzata una finestra di dialogo che è possibile utilizzare per individuare l'immagine desiderata e inserirla.

Se si è indecisi sull'opzione da utilizzare, fare riferimento alle informazioni seguenti:

  • L'utilizzo di una cella di una tabella consente di impedire agli utenti di spostare o ridimensionare accidentalmente un'immagine in modo sproporzionato rispetto agli altri elementi in un modello, in base a come è stata formattata la tabella o la cella della tabella.
  • Anche le caselle di testo consentono di impedire il riposizionamento o il ridimensionamento accidentale di un'immagine, ma possono essere spostate più facilmente rispetto alle tabelle.
  • I controlli immagine possono essere formattati in modo semplice come qualsiasi altro testo o oggetto, consentono di formattare le dimensioni dell'immagine e la disposizione del testo, nonché di aggiungere didascalie e permettono agli utenti di modificare l'immagine in pochi clic anziché doverla copiare e incollare.
  • Se non si prevede che gli utenti sostituiscano un'immagine, ad esempio nel caso di immagini su alcuni biglietti o elementi decorativi, inserire l'immagine "dietro al testo" per impedirne il riposizionamento o il ridimensionamento accidentale.

Linee guida per l'inserimento e la formattazione di immagini:

  • Aggiungere immagini copiandole in una cella di una tabella o in una casella di testo, riempiendo una casella di testo con un'immagine utilizzando le opzioni Formato o inserendo un controllo immagine dalla scheda Sviluppo. Non aggiungere immagini inserendole in un'area di disegno.
  • Formattare tutte le immagini in relazione alla pagina, indipendentemente dalla modalità di inserimento. In questo modo, è possibile mantenere l'integrità della struttura originale se gli utenti modificano l'orientamento della pagina, i margini o il formato della carta con cui viene utilizzato il modello.
  • Raggruppare le immagini solo se formano un'immagine coesiva e fungono da singolo elemento di progettazione. Non raggruppare più immagini in posizioni distinte in una pagina.
  • Utilizzare un programma di grafica per ridimensionare le fotografie e quindi salvarle con l'impostazione di risoluzione consigliata per la stampa o l'utilizzo online. Per ulteriori informazioni, vedere Risoluzione delle immagini più indietro in questo documento.
  • Per ridimensionare le immagini diverse dalle fotografie, premere e tenere premuto MAIUSC mentre si trascinano i bordi dell'immagine per mantenere le proporzioni.
  • Per ritagliare un'immagine, è possibile utilizzare gli strumenti di ritaglio in Word. Al termine dell'operazione, è consigliabile comprimere l'immagine utilizzando le impostazioni di compressione predefinite. In questo modo, le aree ritagliate dell'immagine verranno rimosse dal file riducendone la dimensione.
  • Associare tutte le forme a uno stile. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo di temi, stili e formattazione più indietro in questo documento.

Testo e testo alternativo (testo ALT))

Per l'utilizzo di testo correlato alle immagini, attenersi alle linee guida seguenti:

  • Per migliorare l'accessibilità, aggiungere testo alternativo a tutte le immagini. Per le linee guida relative al testo alternativo, vedere la sezione Testo alternativo in Linee guida per la creazione di modelli di semplice utilizzo (Accesso facilitato).
  • Non utilizzare immagini o fotografie contenenti testo in quanto l'immagine non può essere localizzata in altre lingue.
  • Se si utilizza testo in una forma o in un elemento grafico SmartArt, verificare che soddisfi le linee guida indicate nella sezione Testo segnaposto e di esempio di seguito in questo documento.
  • Per aggiungere testo segnaposto o di esempio accanto a un'immagine inserita in una cella di una tabella, posizionare il testo in una cella distinta della tabella. In questo modo, è possibile consentire agli utenti di modificare in modo più semplice sia l'immagine che il testo.

Utilizzo di immagini come sfondo

In generale, evitare di utilizzare fotografie come immagini di sfondo in quanto fanno aumentare notevolmente la dimensione del file del modello. Se si decide di utilizzare una fotografia come immagine di sfondo, assicurarsi di utilizzare uno dei formati di file di immagine descritti in precedenza in questo argomento e cercare di utilizzare la minor risoluzione possibile che garantisca una qualità accettabile dell'immagine, in quanto le immagini con risoluzione alta possono far aumentare la dimensione del file e i tempi di download.

In Word 2007 è possibile utilizzare un'immagine come sfondo trasparente se si crea una casella di testo, la si riempie con un'immagine (non inserire né incorporare l'immagine) e quindi si selezionano le impostazioni di trasparenza per la casella di testo.

Torna all'inizio Torna all'inizio

Opzioni relative al layout di pagina

In questa sezione vengono illustrate le opzioni comunemente utilizzate nella scheda Layout di pagina della barra multifunzione di Word 2007.

Margini

Per impedire che una parte di un modello venga tagliata in fase di stampa, impostare i margini su un valore non inferiore a 1 cm su tutti i lati. Non devono essere presenti oggetti, testo o bordi di pagina che vanno oltre il margine di 1 cm richiesto.

Se è necessaria una smarginatura degli oggetti nella pagina, tenere presente che il modello potrà essere stampato solo dagli utenti con stampanti che supportano le smarginature.

Formato della carta

Impostare i modelli per la stampa su carta con formati standard. Tra i formati di documento comunemente utilizzati vi sono Lettera, Tabloid e Legale. Alcuni formati delle buste comunemente utilizzati sono elencati anche nelle opzioni di layout di pagina di Word 2007.

Colonne

Utilizzare le colonne solo quando si desidera consentire il riversamento del testo da una colonna a un'altra, in una o più pagine. Nella maggior parte dei casi, l'utilizzo di caselle di testo, testo in linea o tabelle offre opzioni di layout più flessibili per la struttura di un modello.

Interruzioni di pagina

Per utilizzare le interruzioni di pagina, è consigliabile creare uno stile che include un'interruzione di pagina nella formattazione di paragrafo e quindi applicarlo al testo o all'oggetto prima del quale si desidera inserire l'interruzione. Assicurarsi che il nome dello stile indichi che include un'interruzione di pagina. Le interruzioni di pagina possono tuttavia essere difficili da individuare, rimuovere o applicare per gli utenti, pertanto è consigliabile utilizzarle solo se assolutamente necessario per la struttura del modello.

Per inserire un'interruzione di pagina che non dipende dal testo o dagli oggetti, creare uno stile e denominarlo "Interruzione di pagina", in modo che gli utenti possano applicarlo quando necessario.

 Nota   Non inserire interruzioni di pagina manuali. In base al modo in cui un utente modifica il modello, un'interruzione di pagina manuale può danneggiare il contenuto e potrebbe essere difficile da correggere per gli utenti che non hanno familiarità con le opzioni di formattazione di paragrafo.

Colore della pagina

Applicare un colore di pagina ai modelli destinati solo alla visualizzazione online, non a quelli destinati alla stampa.

Torna all'inizio Torna all'inizio

Inserimento di collegamenti ipertestuali

In Word, se si digita un indirizzo di posta elettronica o di un sito Web, viene inserito automaticamente un collegamento ipertestuale.

Per i partner Microsoft che prevedono di inserire collegamenti ipertestuali in un modello, è consigliabile aggiungere una descrizione, anche nota come testo al passaggio del mouse, in cui viene indicato l'URL di destinazione del collegamento e vengono specificati i termini di ricerca per i siti Web o i file multimediali online a cui si esegue il collegamento. In questo modo, se la destinazione del collegamento specificato viene rimossa o modificata in un secondo momento, gli altri utenti potranno visualizzare la destinazione prevista e cercarla. A tale scopo, eseguire la procedura seguente:

  1. Selezionare il testo che si desidera utilizzare come collegamento ipertestuale e scegliere Collegamento ipertestuale dal menu Inserisci oppure fare clic con il pulsante destro del mouse su un collegamento ipertestuale esistente e scegliere Modifica collegamento ipertestuale.
  2. In Collega a fare clic sul tipo di collegamento che si desidera inserire.
  3. Nella casella Testo da visualizzare analizzare o modificare il testo del collegamento.
  4. Nella casella Indirizzo copiare e incollare oppure digitare la destinazione del collegamento, ad esempio l'indirizzo di posta elettronica o del sito Web.

 Nota   Se si digita un indirizzo di destinazione, testarlo per verificare che non siano presenti errori di battitura o imprecisioni. Per i siti Web, è consigliabile copiare l'indirizzo dal browser e incollarlo.

  1. Fare clic su Descrizione e quindi nella casella Testo della descrizione copiare e incollare oppure digitare la destinazione del collegamento. Per un sito Web, aggiungere parole di ricerca utili per individuare il sito se il collegamento viene modificato, ad esempio "Visitare il sito www.office.microsoft.com/templates o eseguire una ricerca di "Modelli di Office Online".
  2. Fare clic su OK.

Utilizzo di controlli contenuto e macro

Le funzioni relative a controlli contenuto e macro sono disponibili nella scheda Sviluppo della barra multifunzione di Word 2007.

 Nota   Quando si installa Word 2007, la scheda Sviluppo non è attivata per impostazione predefinita. Se non è già stata attivata, è possibile farlo utilizzando l'opzione disponibile nella scheda Personalizzazione della finestra di dialogo Opzioni di Word.

Controlli contenuto

I controlli contenuto sono disponibili nella sezione Controlli della scheda Sviluppo. Utilizzarli per inserire testo segnaposto e funzioni come controlli testo normale e RTF, controlli immagine, elenchi a discesa e controlli selezione data. Per gestire le proprietà dei controlli contenuto, è tuttavia necessario attivare la modalità di sviluppo quando si lavora con il contenuto di un controllo.

Per impostazione predefinita, le informazioni incluse in un controllo contenuto testo vengono formattate utilizzando lo stile Testo segnaposto. È possibile modificare tale stile utilizzando il riquadro Stili (vedere Utilizzo di temi, stili e formattazione più indietro in questo documento) o applicare qualsiasi altro stile al contenuto di un controllo.

È possibile inserire i controlli contenuto in una pagina in linea con altro testo, in una tabella o in una casella di testo. È consigliabile utilizzare i controlli contenuto per visualizzare gli elementi seguenti:

  • Testo segnaposto e di esempio, incluse istruzioni per il modello, come "Digitare qui l'indirizzo" o "[Via Mercoledì 1234]".
  • Proprietà del documento, come titolo e autore. Si noti che questi controlli vengono popolati automaticamente quando un utente apre un documento basato sul modello. Vengono inoltre aggiornati automaticamente in un documento quando le proprietà del documento vengono modificate.
  • Informazioni dei segnaposto di data e ora. Utilizzare il controllo selezione data per inserire e formattare uno stile di data specifico.
  • Immagini, fotografie, logo segnaposto e illustrazioni con didascalie, utilizzando il controllo immagine.
  • Elenchi a discesa, ma solo quando si desidera creare un elenco predefinito di voci tra cui gli utenti possano scegliere, in quanto non sarà possibile modificare il contenuto dell'elenco a discesa.

Utilizzare la modalità progettazione per lavorare con i controlli contenuto e attenersi alle linee guida seguenti:

  • Verificare che il testo incluso nei controlli contenuto sia conforme alle linee guida indicate nella sezione Testo segnaposto e di esempio di seguito in questo documento.
  • Applicare gli stili a tutto il testo nei controlli contenuto modificando le proprietà del controllo contenuto e applicando uno stile al contenuto del controllo.
  • Etichettare i controlli contenuto collegati e visualizzati più di una volta nel modello. Non etichettare i controlli contenuto utilizzati una sola volta in un modello.
  • Formattare i controlli contenuto per rimuovere il controllo quando il contenuto viene modificato, ad eccezione del caso di controlli collegati utilizzati più di una volta nel modello. I controlli collegati devono essere sempre etichettati e visualizzati.
  • Se si testano i controlli contenuto mantenendo il controllo mentre si modifica il contenuto, ripristinare l'impostazione corretta per ogni controllo prima di inviare il modello.

Macro

Le macro rappresentano un comodo modo per personalizzare i modelli e sfruttarne appieno la struttura. Se un modello contiene macro, salvarlo utilizzando il formato di file DOTM e verificare che le macro funzionino correttamente, con una corretta gestione degli errori, in un computer che soddisfa i requisiti di sistema prima di inviarlo per la pubblicazione.

 Importante   I partner che si occupano di modelli di Microsoft Office Online devono contattare il proprio rappresentante Microsoft prima di inviare modelli con macro. Come misura di sicurezza, i modelli contenenti macro devono essere analizzati e firmati digitalmente da Microsoft prima di poter essere pubblicati online. I modelli con firma digitale di terze parti non possono essere pubblicati e devono essere inviati senza firma digitale.

Torna all'inizio Torna all'inizio

Testo segnaposto e di esempio

Il testo segnaposto e di esempio deve indicare chiaramente il tipo di informazioni che gli utenti devono immettere quando utilizzano un modello:

  • Utilizzare controlli contenuto per visualizzare tutto il testo segnaposto e di esempio.
  • Formattare tutto il testo dei controlli contenuto utilizzando gli stili e non la formattazione manuale. Verificare che gli stili siano associati ai tipi di carattere e ai colori del tema e che includano le impostazioni di rientro e spaziatura appropriate, incluse le interruzioni di pagina.
  • Inserire il testo segnaposto e di esempio tra parentesi quadre per indicare che gli utenti devono digitare sopra al testo, ad esempio: [Inserire lo slogan qui], [Nome società] e [Via Martedì 123, 45678 Roma].
  • Verificare che nelle frasi e nei periodi la punteggiatura e le maiuscole vengano utilizzate correttamente in conformità alle regole editoriali.
  • Per creare righe in cui è possibile immettere o scrivere testo, ad esempio righe della firma, utilizzare una cella di tabella con un bordo inferiore, un bordo di paragrafo inferiore o un carattere di riempimento sottolineato. Non utilizzare i caratteri di sottolineatura, ovvero i trattini bassi, in quanto non possono essere "compilati" online e sulla stampa vengono visualizzati come linee punteggiate.
  • Utilizzare un testo di istruzioni o di esempio, ma assicurarsi di utilizzarlo in modo coerente nel modello. Utilizzare, ad esempio, "Via, CAP Città" o "Via Martedì 123, 45678 Roma" ma non utilizzarli entrambi nello stesso modello. Per ulteriori informazioni relative ai requisiti di denominazione legali, vedere Indirizzi stradali, numeri di telefono e indirizzi di posta elettronica di seguito in questo documento.
  • Se si preferisce utilizzare testo segnaposto generico anziché testo di esempio, utilizzare il testo e la costruzione indicati in Testo segnaposto generico di seguito in questo documento.

Indirizzi stradali, numeri di telefono e indirizzi di posta elettronica

 Importante   Per motivi di copyright, marchi registrati e privacy, assicurarsi che tutti i nomi di persone o società, indirizzi, numeri di telefono, siti Web e indirizzi di posta elettronica siano conformi ai presenti requisiti di denominazione legali per quanto riguarda testo e costruzione.

Indirizzi stradali

  • Utilizzare numeri in sequenza
  • Utilizzare nomi di vie comuni
  • Utilizzare un CAP che non corrisponda alla città indicata nell'indirizzo, ad esempio 12345 Milano

Numeri di telefono

  • Utilizzare un indicativo di località che non corrisponda alla città indicata nell'indirizzo
  • Utilizzare un prefisso con numeri in sequenza
  • Utilizzare numeri di telefono composti da numeri in sequenza, ad esempio "012 34 56 78" o "567 89 01 23"

Indirizzi di posta elettronica

  • Utilizzare prova@example.com. Questo indirizzo è stato riservato da Microsoft per l'utilizzo a scopo esemplificativo.

Nomi di pubblico dominio

I luoghi come parchi e altri luoghi pubblici delle città sono di pubblico dominio. È possibile fare riferimento a questi nomi senza problemi di marchio registrato. Se si è in dubbio, tuttavia, richiedere l'autorizzazione ai contatti appropriati o contattare il proprio rappresentante Microsoft.

È anche possibile utilizzare informazioni divulgate pubblicamente come le linee guida di un'associazione pubblica, ma è necessario inserire un riconoscimento dell'organizzazione. Se non si è certi del fatto che determinati nomi di società o informazioni siano di pubblico dominio, contattare l'organizzazione per ottenere l'autorizzazione.

Nomi di società e indirizzi di siti Web

Per creare indirizzi di siti Web e nomi di persona o di società fittizi:

  • Evitare di utilizzare nomi o indirizzi di siti Web che si sa essere reali, in particolare non utilizzarli in combinazione.
  • Utilizzare nomi generici o descrittivi, ad esempio Studio dentistico o Ufficio urbanistica.
  • Utilizzare, ad esempio, nomi di alberi per gli istituti accademici fittizi, come Istituto L'Olmo o Università Acero.
  • Eseguire una ricerca completa dei nomi fittizi tramite risorse online, rubriche telefoniche e altre risorse disponibili pubblicamente.

Testo segnaposto generico

Per garantire che il testo segnaposto sia coerente in tutti i modelli nel sito Web, utilizzare il testo e la costruzione indicati nella tabella seguente.

Funzione Testo segnaposto e costruzione
Nomi

Per indicare nomi di persona o società, utilizzare i testi segnaposto seguenti:

  • Nome destinatario
  • Nome società
  • Inserire il nome qui
Slogan Inserire lo slogan qui
Informazioni sul contatto della società

Per indicare le informazioni per contattare la società, utilizzare i testi segnaposto seguenti:

  • Nome società
  • Indirizzo
  • Indirizzo 2
  • CAP Città 

Ad esempio: Piazza Martedì 4567, 12345  Milano

Numeri di telefono e di fax

Per creare un numero di telefono o di fax:

  • Utilizzare un indicativo di località che non corrisponda alla città indicata nell'indirizzo
  • Utilizzare un prefisso con numeri in sequenza
  • Utilizzare numeri di telefono composti da numeri in sequenza

Ad esempio: 123 456 789

Indirizzi di posta elettronica e di siti Web

Per indicare gli indirizzi di posta elettronica e di siti Web, utilizzare i testi segnaposto seguenti:

  • Indirizzo di posta elettronica
  • Indirizzo sito Web
Informazioni postali del destinatario

Per indicare le informazioni postali del destinatario, utilizzare i testi segnaposto seguenti:

  • Nome destinatario
  • Indirizzo
  • Indirizzo 2
  • CAP Città 

Torna all'inizio Torna all'inizio

Requisiti di invio

Formato di file

Salvare i modelli di Word 2007 e inviarli per la pubblicazione come file modello di Word con estensione dotx. Fatta eccezione per i due casi indicati di seguito, i file inviati in formato di documento (con estensione docx) non verranno pubblicati, ma verranno restituiti al mittente per essere rivisti e testati nel formato di modello corretto.

Per i modelli di blocchi predefiniti e per quelli che contengono macro è necessario un lavoro di produzione aggiuntivo prima della pubblicazione nel sito Web Office Online:

  • Inviare i modelli di blocchi predefiniti come file con estensione docx. Per ulteriori informazioni, vedere Creazione e invio di modelli di blocchi predefiniti di seguito in questo documento.
  • Inviare i modelli che contengono macro come file con estensione dotm. Per ulteriori informazioni, vedere Macro più indietro in questo documento.

Nome di file

Quando si salva un modello di Word 2007, verificare che il nome di file soddisfi i requisiti seguenti:

  • Sia conforme alla convenzione di denominazione 12.4, ovvero che non contenga più di 12 lettere o caratteri prima dell'estensione del tipo di file costituita da quattro lettere, ad esempio PianoNozze.dotx.
  • Non contenga spazi o caratteri speciali, inclusi apostrofi. I nomi di file possono contenere segni meno o caratteri di sottolineatura, se necessario.
  • Contenga numeri in sequenza per le variazioni di un modello il cui contenuto (testo) non cambia, mentre variano i temi, le immagini o i colori. Iniziare aggiungendo il numero 2 alla fine di ogni nome di file, ad esempio PianoNozze.dotx, PianoNozze2.dotx, PianoNozze3.dotx.

Titoli dei modelli

Per garantire che i titoli dei modelli siano coerenti e possano essere individuati in modo semplice dagli utenti nei risultati delle ricerche e nelle categorie di esplorazione nel sito Web Office Online, attenersi alle linee guida seguenti:

  • Utilizzare nomi e aggettivi ma non utilizzare verbi, ad esempio "Pianificazione giardino", ma non "Pianificare un giardino".
  • Utilizzare aggettivi e modificatori per specificare in modo più preciso la funzione del modello, se necessario. Ad esempio, Cartello della classe elementare, Istruzioni per la custodia di animali, Calendario compleanni e anniversari.
  • Utilizzare la lettera maiuscola solo per la prima parola di un titolo. Non utilizzare le maiuscole per le parole tra parentesi a meno che non includano il nome di una struttura o di un tema, ad esempio "Pianificazione giardino (tema Floreale)".
  • Non utilizzare più di 32 caratteri, se possibile.
  • Se il titolo del modello viene incluso nel corpo del modello come testo di esempio, includere lo stesso titolo nelle proprietà del file (campo Titolo).

Creazione e invio di modelli di blocchi predefiniti (solo partner Microsoft)

È consigliabile creare blocchi predefiniti da utilizzare come elementi di progettazione in un modello di Word 2007 e quindi aggiungerli alla raccolta Parti rapide. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo di blocchi predefiniti (parti rapide) in un modello più indietro in questo documento.

Se si decide di creare un modello di blocco predefinito che possa essere scaricato separatamente e applicato ad altri documenti, attenersi alle istruzioni seguenti:

  1. Creare il contenuto che si desidera utilizzare come blocco predefinito.
  2. Creare una pagina vuota inserendo un'interruzione di sezione prima del contenuto del blocco predefinito. Questa pagina verrà rimossa durante il processo di pubblicazione finale, pertanto non è importante se la sezione contiene un'intestazione o un piè di pagina.
  3. Salvare il contenuto del blocco predefinito come file con estensione docx, non dotx.

Poiché i modelli di blocchi predefiniti richiedono un lavoro di pubblicazione aggiuntivo, il file verrà convertito nel formato di file del modello durante il processo di pubblicazione.

Test funzionale

Al termine della creazione di un modello, verificare gli aspetti seguenti:

  • Se un modello è destinato alla stampa, verificare che venga visualizzato correttamente nell'anteprima di stampa e che venga stampato correttamente.
  • Se un modello è destinato solo alla visualizzazione online, verificare che venga visualizzato correttamente utilizzando le impostazioni predefinite per Microsoft Internet Explorer.
  • Se un modello deve essere piegato, tagliato o assemblato, verificare che il modello e le istruzioni funzionino come previsto.
  • Verificare che le tabelle, le caselle di testo, i controlli contenuto, le immagini e gli altri oggetti ed elementi che si prevede vengano modificati dagli utenti funzionino come previsto quando si aggiunge o si rimuove testo, si sostituiscono le immagini e si ridimensionano le immagini o gli oggetti.
  • Verificare che tutti gli oggetti e gli elementi siano posizionati in relazione alla pagina per consentirne la scalabilità. Testare il modello modificando i margini o l'orientamento della pagina e quindi visualizzare il modello online e su stampa.
  • Verificare che il modello non contenga pagine vuote e interruzioni di pagina manuali, a meno che non si tratti di un modello di blocco predefinito. Per ulteriori informazioni, vedere Creazione e invio di modelli di blocchi predefiniti e Opzioni relative al layout di pagina più indietro in questo documento.
  • Verificare che colori dei caratteri, immagini e forme possano essere distinti chiaramente dai colori di sfondo, sia online che su stampa.
  • Quando si apre la finestra Stili, verificare che siano visualizzati solo gli stili in uso. Eliminare gli stili creati o modificati ma non utilizzati. Nella finestra di dialogo Opzioni riquadro Stili verificare che gli stili vengano applicati al nuovo documento in base al modello.

Salvataggio dei modelli

Dopo aver terminato la creazione e il test di un modello, ma prima di salvare la versione finale del file per l'invio, eseguire le operazioni seguenti:

  • Verificare che tutte le caselle di testo, le tabelle e le forme, nonché tutti gli altri oggetti, siano posizionati in relazione alla pagina.
  • Disattivare le revisioni e i segni di formattazione, assicurandosi che eventuali revisioni esistenti siano state accettate o rifiutate e che non siano rimaste righe di revisione ai margini del modello. Questo si verifica spesso quando gli spazi o i ritorni a capo vengono modificati con le revisioni attivate.
  • Ingrandire la finestra del modello in visualizzazione Layout di stampa.
  • Ripristinare l'impostazione di zoom predefinita (100%) e quindi salvare il modello con l'impostazione di zoom applicata (premere MAIUSC+F12). Se il modello non viene visualizzato correttamente con le impostazioni predefinite, modificare lo zoom per semplificarne la visualizzazione al primo utilizzo e quindi salvare il modello con la nuova impostazione di zoom applicata.
  • Se è stato creato un modello di lettera, impostare lo zoom su Larghezza pagina.
  • Aprire la finestra Stili e assicurarsi che sia configurata per visualizzare solo gli stili in uso e che gli stili vengono applicati ai nuovi documenti in base al modello.
  • Controllare l'ortografia e la grammatica e risolvere tutti gli eventuali problemi.
  • Salvare il modello.
  • Verificare che non siano presenti virus nel file utilizzando un software antivirus a propria scelta.

Se si modifica un modello dopo averlo testato e salvato, ripetere questi passaggi prima di inviarlo per la pubblicazione.

Torna all'inizio Torna all'inizio

Scheda di riferimento rapido per i modelli di Word 2007

Analizzare queste linee guida insieme ai requisiti di salvataggio e test funzionale per assicurarsi che i modelli siano pronti per l'invio. Assicurarsi, inoltre, che il modello soddisfi le considerazioni importanti relative a contenuto e destinatari descritte in Informazioni necessarie per la creazione di un modello e Linee guida per la creazione di modelli di semplice utilizzo (Accesso facilitato).

Linea guida Dettagli
Testo
  • Il testo segnaposto e di esempio è utilizzato in modo coerente nel modello e soddisfa le linee guida relative alle convenzioni di denominazione legali
  • Tutto il testo è formattato utilizzando stili associati a colori e tipi di carattere del tema e con impostazioni di spaziatura e rientro appropriate
  • Il titolo del modello soddisfa i requisiti del sito Web Office Online.
  • L'ortografia e la grammatica sono corrette.
  • Le revisioni sono disattivate.
Immagini e oggetti
  • Tutte le immagini e le fotografie dispongono di testo alternativo
  • Tutte le forme sono associate a colori del tema.
  • Tutti i blocchi predefiniti utilizzati nel modello vengono aggiunti alla raccolta Parti rapide o alla raccolta dei blocchi predefiniti appropriata e vengono salvati nel file del modello stesso. In caso contrario, i blocchi predefiniti non verranno visualizzati nel modello pubblicato.
  • Per le tabelle, le righe del titolo sono impostate per la ripetizione, se appropriato per la struttura e se è consentito il riversamento del testo da una pagina all'altra.
Layout
  • I margini sono impostati su un valore non inferiore a 1 cm e non vi sono oggetti o elementi che oltrepassano i margini o si sovrappongono a essi.
  • Caselle di testo, tabelle, immagini e forme sono formattate in relazione alla pagina e per consentire o meno il riversamento dei contenuti, se appropriato.
  • Il modello viene salvato in visualizzazione Layout di stampa in una finestra ingrandita.
  • Lo zoom è impostato su 100% (o su qualunque impostazione consenta la migliore visualizzazione dei contenuti del modello per la modifica). Per le lettere, lo zoom è impostato su Larghezza pagina.
Formattazione
  • I segni di formattazione sono disattivati.
  • La finestra Stili è configurata per visualizzare solo gli stili in uso e gli stili vengono applicati ai nuovi documenti in base al modello.
  • Gli stili creati o modificati ma non utilizzati ed eventuali interruzioni di pagina, segni di paragrafo e spazi manuali vengono eliminati.
Formato di file
  • Il nome di file non supera quanto definito dalla convenzione di denominazione 12.4 e non contiene caratteri speciali.
  • Il file è salvato nel formato appropriato, ovvero DOTX, DOTM per i modelli contenenti macro oppure DOCX, solo per i modelli di blocchi predefiniti.

Torna all'inizio Torna all'inizio

 
 
Si applica a:
Word 2007