Utilizzare il campo CCn in maniera efficace

Si applica a
Microsoft Office Outlook® 2003

È possibile nascondere i nomi dei destinatari nei messaggi di posta elettronica riportandoli nel campo CCn. Se si decide di utilizzare la funzionalità CCn, abbreviazione che sta per copia per conoscenza nascosta, tenere presente le considerazioni riportate di seguito.

Per ulteriori informazioni sull'utilizzo del campo CCn, vedere I campi Cc e CCn nei messaggi di posta elettronica di Outlook

Considerazioni preliminari

In caso di problemi con l'utilizzo del campo CCn, leggere i suggerimenti riportati di seguito:

  • Cominciare dall'interno di un messaggio    I comandi per mostrare o nascondere il campo CCn sono disponibili solo dall'interno di un nuovo messaggio.
  • Conoscere il tipo di editor di posta elettronica utilizzato    La modalità di visualizzazione del campo CCn dipende dal tipo di editor di posta elettronica utilizzato.

Procedure consigliate per l'utilizzo del campo CCn

  • Eseguire le operazioni preliminari    Prima di utilizzare la funzionalità CCn, accertarsi che il destinatario della copia per conoscenza nascosta ne sia al corrente. Il destinatario specificato nel campo CCn potrebbe infatti dover verificare l'affidabilità del mittente (o del destinatario qualora il nome del mittente compaia nel campo A del messaggio CCn).

Tale procedura è necessaria in quanto l'utilizzo della funzionalità CCn è una delle tecniche preferite dei mittenti dei messaggi di posta indesiderati. Per questo motivo, molti filtri per la posta indesiderata contrassegneranno i messaggi che utilizzano il campo CCn come posta indesiderata. Se il destinatario non ha aggiunto il nome del mittente nell'elenco Mittenti attendibili di Outlook, il messaggio potrebbe essere automaticamente inserito nella cartella della posta indesiderata o in un suo equivalente.

Per ulteriori informazioni sull'impostazione del filtro per la posta indesiderata in Outlook, vedere Aggiunta di un nome all'elenco Mittenti attendibili o Destinatari attendibili .

  • Riflettere bene prima di utilizzare il campo CCn per un elenco di distribuzione    Se si utilizzano le regole per il riordino dei messaggi di posta elettronica e il nome dell'elenco di distribuzione viene riportato nel campo CCn potrebbero verificarsi degli errori. Affinché le regole di riordino dei messaggi funzionino correttamente, il nome dell'elenco di distribuzione deve comparire nel campo A o in quello Cc.

Per ulteriori informazioni sugli elenchi di distribuzione, vedere Creazione di una lista di distribuzione.

  • Conoscere i propri limiti    Molti provider di servizi di posta elettronica limitano il numero massimo di indirizzi che può essere inserito nei campi A, Cc e CCn di un messaggio. Il provider di servizi di posta elettronica in uso, ad esempio, potrebbe limitare a 100 il numero massimo di indirizzi di posta elettronica inseribili in un messaggio. Se è possibile distribuire il numero massimo di indirizzi tra i campi A, Cc e CCn, ricordarsi che i nomi del campo CCn si sommeranno a quelli riportati negli altri due campi. Per ulteriori informazioni sull'account personale, contattare il provider di servizi Internet.

Idee per l'utilizzo del campo CCn

  • Mantenere privato l'elenco dei destinatari    La funzionalità CCn garantisce il rispetto della privacy, in quanto consente di mantenere informati i destinatari senza rivelarne l'identità. Se, ad esempio, si invia un annuncio di lavoro a più destinatari, è possibile utilizzare il campo CCn per non divulgare l'identità di potenziali utenti alla ricerca di lavoro.

Suggerimento    Utilizzare la funzione Stampa unione di Microsoft Word in alternativa alla funzionalità CCn. Con Stampa unione è possibile inviare rapidamente lo stesso messaggio di posta elettronica a singoli destinatari in modo che nel campo A del messaggio compaia un unico nome.

  • Contenere una conversazione che ha preso una brutta piega    Questa è una situazione in cui l'utilizzo del campo CCn per una lista di distribuzione o un numero elevato di destinatari può rivelarsi utile.

Si supponga di inviare un messaggio con molti indirizzi riportati nel campo A. La discussione comincia ad animarsi e tutti vogliono dire la loro. Il numero di messaggi aumenta drasticamente perché, nel rispondere al messaggio, ciascun destinatario seleziona l'opzione Rispondi a tutti. Per limitare l'uso indiscriminato dell'opzione Rispondi a tutti è possibile inserire il nome dell'elenco di distribuzione nel campo CCn. Si potrebbe ad esempio fare clic su Rispondi, inserire solo il proprio indirizzo nel campo A, spostare l'elenco di distribuzione nel campo CCn, quindi scrivere un messaggio del tipo:

"Apprezzo la vostra opinione su questo argomento. Per ulteriori commenti, rispondete direttamente a me (ho inserito questo elenco di distribuzione nel campo CCn per ridurre il numero di messaggi di risposta)."

Suggerimento    Se si invia un messaggio ad altri utenti Outlook, è possibile impedire l'utilizzo dell'opzione Rispondi a tutti da parte dei destinatari. Per ulteriori informazioni, vedere Impedire ai destinatari dei messaggi di posta elettronica di utilizzare le opzioni Rispondi a tutti o Inoltra.

  • Ridurre la posta indesiderata    A chi invia posta indesiderata utilizzando il campo CCn non piace certo il fatto che altri utenti possano servirsene. Se si nascondono i nomi dei destinatari riportandoli nel campo CCn, non sarà infatti possibile copiare gli indirizzi dei destinatari dal messaggio inviato.
 
 
Si applica a:
Outlook 2003