Informazioni generali sul filtro per la posta indesiderata

Microsoft Outlook 2010 contiene un filtro per la posta indesiderata che riduce il numero di messaggi indesiderati in Posta in arrivo. Anziché alla cartella Posta in arrivo, il filtro inoltra i messaggi indesiderati, o spam, alla cartella Posta indesiderata, dove possono essere gestiti in modo più efficace.

In questo articolo


Funzionamento del filtro per la posta indesiderata

Per ogni messaggio in arrivo il filtro per la posta indesiderata determina se si tratta di posta indesiderata in base a vari fattori, tra cui l'ora di spedizione e il contenuto del messaggio. Per impostazione predefinita, il filtro per la posta indesiderata è attivato e il livello di protezione è impostato su Basso. Questo livello consente di intercettare solo la posta indesiderata più ovvia. Per rendere il filtro più aggressivo, è possibile cambiare il livello della protezione offerta.

 Nota   Il filtro per la posta indesiderata di Outlook non impedisce che la posta indesiderata venga recapitata, ma la inoltra alla cartella Posta indesiderata anziché alla cartella Posta in arrivo. Sono disponibili soluzioni di terze parti che su questo fronte possono risultare più aggressive.

È possibile controllare molte delle impostazioni del filtro per la posta indesiderata mediante la finestra di dialogo Opzioni posta indesiderata. Da Posta in arrivo, nella scheda Home passare al gruppo Elimina, fare clic sulla freccia in giù accanto a Posta indesiderata e fare clic su Opzioni posta indesiderata.

Torna all'inizio Torna all'inizio

Cartella Posta indesiderata

Qualsiasi messaggio intercettato dal filtro per la posta indesiderata viene spostato in una cartella speciale denominata Posta indesiderata. È buona norma controllare periodicamente se tra i messaggi nella cartella Posta indesiderata ve ne sono di legittimi che sono stati considerati erroneamente indesiderati. Se si trovano messaggi legittimi, è possibile trascinarli nella cartella Posta in arrivo o in qualsiasi altra cartella.

In qualsiasi momento è possibile eliminare i messaggi rifiutati svuotando la cartella Posta eliminata.

Torna all'inizio Torna all'inizio

Elenchi per il filtro per la posta indesiderata

Mentre il filtro per la posta indesiderata controlla automaticamente i messaggi in arrivo, gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata consentono di esercitare un maggiore controllo su ciò che deve essere considerato posta indesiderata. È possibile aggiungere nomi, indirizzi di posta elettronica e domini a questi elenchi in modo che il filtro consenta messaggi provenienti da fonti attendibili per l'utente o blocchi messaggi inviati da indirizzi di posta elettronica o domini che l'utente non conosce o non ritiene attendibili.

Elenco Mittenti attendibili     I messaggi provenienti dagli indirizzi di posta elettronica e dai nomi di dominio inclusi nell'elenco Mittenti attendibili non vengono mai considerati posta indesiderata, indipendentemente dal contenuto del messaggio. A questo elenco è possibile aggiungere nomi dell'elenco Contatti e altri corrispondenti. Se si utilizza un account di Exchange, tutti i nomi e gli indirizzi dell'elenco indirizzi globale vengono automaticamente considerati attendibili.

Elenco Destinatari attendibili     Se si è inclusi in liste di distribuzione, è possibile aggiungere il mittente all'elenco Destinatari attendibili. I messaggi inviati a questi indirizzi di posta elettronica o nomi di dominio non vengono mai considerati posta indesiderata, indipendentemente dal contenuto del messaggio.

Elenco Mittenti bloccati     È possibile bloccare facilmente i messaggi di mittenti specifici aggiungendo i relativi indirizzi di posta elettronica o nomi di dominio all'elenco Mittenti bloccati. Quando si aggiunge un nome o un indirizzo di posta elettronica a tale elenco, i messaggi in arrivo vengono spostati automaticamente nella cartella Posta indesiderata. I messaggi provenienti dagli utenti o dai nomi di dominio inclusi nell'elenco verranno sempre considerati posta indesiderata, indipendentemente dal contenuto del messaggio.

Elenco domini di primo livello bloccati     Per bloccare messaggi di posta elettronica indesiderati provenienti da altri paesi, è possibile aggiungere gli identificativi di paese all'Elenco domini di primo livello bloccati. Se ad esempio si selezionano le caselle di controllo CA [Canada], US [Stati Uniti] e MX [Messico] nell'elenco, verranno bloccati i messaggi che terminano in .ca, .us e .mx. Nell'elenco vengono visualizzati identificativi di paese aggiuntivi.

Elenco codifiche bloccate     Per bloccare un messaggio di posta elettronica indesiderato visualizzato in un altro set di caratteri o alfabeto, è possibile aggiungere le codifiche all'Elenco codifiche bloccate.

Torna all'inizio Torna all'inizio

Tipi di account di posta elettronica supportati dal filtro per la posta indesiderata

È possibile utilizzare il filtro per la posta indesiderata con i tipi di account di posta elettronica seguenti:

Se si desidera modificare il profilo, esportare una copia degli elenchi per la posta indesiderata prima di apportare le modifiche, quindi importare le informazioni in Outlook. In questo modo non sarà necessario ricreare gli elenchi per la posta indesiderata.

MostraFiltro per la posta indesiderata in versioni diverse di Microsoft Exchange

Se si utilizza un account di Microsoft Exchange, si ha accesso a un altro livello di funzionalità e strumenti per contrastare la posta indesiderata.

Microsoft Exchange Server 2003 e versioni successive

  • Se si utilizza la modalità cache o si esegue il download in un file di dati di Outlook (pst)     Gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata vengono memorizzati nel server e sono disponibili da qualsiasi computer. Poiché tali elenchi vengono inoltre utilizzati dal server per valutare i messaggi, se un mittente è incluso nell'elenco Mittenti bloccati, i messaggi inviati da tale mittente verranno spostati nella cartella Posta indesiderata del server e non verranno valutati da Outlook.
  • Se si lavora in rete     Gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata vengono memorizzati nel server e sono disponibili da qualsiasi computer, ma solo se la caratteristica Posta indesiderata è stata attivata in Outlook Web Access. Poiché tali elenchi vengono inoltre utilizzati dal server per valutare i messaggi, se un mittente è incluso nell'elenco Mittenti bloccati, i messaggi inviati da tale mittente verranno spostati nella cartella Posta indesiderata del server e non verranno valutati da Outlook.

Microsoft Exchange Server 2000 e versioni precedenti

  • Se si utilizza la modalità cache o si esegue il download in un file di dati di Outlook (pst)     È possibile creare e utilizzare gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata, che vengono memorizzati nel server e sono disponibili da qualsiasi computer utilizzato. Si noti che, se si utilizza sia la modalità cache che l'opzione per il download in un file di dati di Outlook (pst) come posizione di recapito predefinita, gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata saranno disponibili solo nel computer utilizzato per l'aggiunta di nomi e indirizzi.
  • Se si lavora in rete     Il filtro per la posta indesiderata non è disponibile.

Torna all'inizio Torna all'inizio

 
 
Si applica a:
Outlook 2010