Analisi e ripristino di file di dati di Outlook danneggiati

In questo articolo


Manutenzione Posta in arrivo

Se non è possibile aprire il file delle cartelle personali (pst) o il file delle cartelle fuori rete (ost) oppure si ritiene che il file di dati con estensione ost o pst sia danneggiato, è possibile utilizzare lo strumento Manutenzione Posta in arrivo (Scanpst.exe) per diagnosticare e correggere gli errori nel file. Lo strumento Manutenzione Posta in arrivo analizza il file con estensione ost o pst, ma non la cassetta postale sul server che esegue Microsoft Exchange. Se da questa verifica risulta che il file è effettivamente danneggiato, lo strumento Manutenzione Posta in arrivo ripristina la struttura del file e ricostruisce le intestazioni.

Lo strumento Manutenzione Posta in arrivo può essere utilizzato sia per il file delle cartelle personali (pst) di Microsoft Outlook 97-2002, sia per i file di dati del file delle cartelle personali (pst) di Microsoft Office Outlook 2003 e Microsoft Office Outlook 2007

Il file Scanpst.exe viene installato durante l'installazione di Outlook nel percorso seguente:

unità:\Programmi\Microsoft Office\OFFICE12.

Correzione di errori mediante Scanpst.exe

  1. Uscire da Outlook, se è in esecuzione.
  2. Fare doppio clic sul file Scanpst.exe nel percorso unità:\Programmi\Microsoft Office\OFFICE12.
  3. Nella casella Nome del file da analizzare digitare il nome del file con estensione ost o pst che si desidera analizzare oppure scegliere Sfoglia per individuare il file.
  4. Per specificare le opzioni relative al registro di analisi, scegliere Opzioni e quindi fare clic sull'opzione desiderata.
  5. Fare clic su Avvia.
  6. Se vengono rilevati errori al termine dell'analisi, verrà chiesto di avviare il processo di correzione.

Durante il processo di correzione viene creato un file di backup. Per modificare il nome o la posizione del file di backup, nella casella Nome del file di backup digitare un nuovo nome oppure scegliere Sfoglia per individuare il file che si desidera utilizzare.

  1. Fare clic su Correggi.
  2. Avviare Outlook utilizzando il profilo in cui è incluso il file con estensione pst che si è tentato di correggere.
  3. Scegliere Elenco cartelle dal menu Vai.

È possibile che nell'Elenco cartelle sia visualizzata una cartella Cartelle personali recuperate contenente le cartelle predefinite di Outlook oppure una cartella Trovati. Poiché si tratta di un file pst ricreato, le cartelle recuperate sono in genere vuote. La cartella Trovati include le cartelle e gli elementi che sono stati recuperati dallo strumento Manutenzione Posta in arrivo. Gli elementi mancanti dalla cartella Trovati sono quelli che non possono essere recuperati.

  1. Se è visualizzata una cartella Cartelle personali recuperate, è possibile creare un nuovo file con estensione pst e quindi trascinare gli elementi presenti nella cartella Trovati all'interno di questo nuovo file. Dopo avere spostato tutti gli elementi, è possibile rimuovere dal profilo il file denominato Cartelle personali recuperate, compresa la cartella Trovati.

 Note 

  • Se è possibile aprire il file con estensione pst originale, potrebbe essere possibile recuperare ulteriori elementi dal file danneggiato. Per impostazione predefinita, lo strumento Manutenzione Posta in arrivo crea un file denominato nome file.bak, ovvero una copia del file con estensione pst originale ma con un'estensione diversa. Il file con estensione bak viene memorizzato nella stessa cartella del file con estensione pst originale. È possibile che alcuni elementi che non sono stati recuperati dallo strumento Manutenzione Posta in arrivo possano essere recuperati dal file con estensione bak. Creare una copia di tale file e assegnarle un nuovo nome con l'estensione pst, ad esempio bak.pst. Importare il file bak.pst e quindi spostare gli eventuali elementi recuperati nel nuovo file con estensione pst creato.
  • Nello stesso percorso del file con estensione pst verrà memorizzata una copia del file di registro.

Torna all'inizio Torna all'inizio

Strumento Controllo di integrità OST

In alcuni casi è possibile che vengano visualizzati messaggi di errore durante la sincronizzazione del file delle cartelle fuori rete (ost) di Microsoft Office Outlook con la cassetta postale sul server che esegue Exchange. Può inoltre accadere che, dopo la sincronizzazione del file ost con la cassetta postale, nel file o nella cassetta postale manchino alcuni elementi. Quando si verificano problemi di questo tipo è consigliabile utilizzare lo strumento Controllo di integrità OST (Scanost.exe) per controllare il file ost.

Lo strumento Controllo di integrità OST viene eseguito solo sui file con estensione ost e consente di diagnosticare e risolvere i problemi di sincronizzazione. Questo strumento analizza sia il file con estensione ost, sia la cassetta postale sul server che esegue Exchange. Vengono inoltre confrontati gli elementi e le cartelle di entrambi per tentare di risolvere le differenze di sincronizzazione. Lo strumento Controllo di integrità OST non modifica la cassetta postale sul server che esegue Exchange. Nel registro di analisi creato dallo strumento vengono memorizzate le differenze che sono state individuate e risolte, nonché i problemi che non sono stati risolti e per i quali è necessario l'intervento manuale dell'utente. Il registro di analisi si trova nella cartella Posta eliminata.

Per utilizzare lo strumento Controllo di integrità OST e consentire l'analisi delle cartelle e degli elementi della cassetta postale, è necessario connettersi al proprio account di Exchange. Se in precedenza Outlook era stato impostato per l'avvio in modalità fuori rete, lo strumento Controllo di integrità OST non sarà in grado di accedere alla cassetta postale sul server che esegue Exchange. Prima di eseguire lo strumento è pertanto necessario modificare temporaneamente le impostazioni di avvio di Outlook.

Se si verificano problemi durante l'apertura del file ost, è possibile utilizzare lo strumento Manutenzione Posta in arrivo (Scanpst.exe) per diagnosticare e correggere gli errori in tale file. Lo strumento Manutenzione Posta in arrivo (Scanpst.exe) può essere utilizzato sia per il file ost, sia per il file delle cartelle personali (pst). Lo strumento verifica che la struttura del file ost o pst non sia danneggiata, ma non interagisce in alcun modo con la cassetta postale sul server che esegue Exchange.

Lo strumento Controllo di integrità OST (Scanost.exe) viene installato durante l'installazione di Outlook nel percorso seguente:

unità:\Programmi\Microsoft Office\OFFICE12.

Correzione di errori tramite Scanost.exe

  1. Chiudere Outlook, se è in esecuzione.
  2. Fare doppio clic sul file Scanost.exe nel percorso unità:\Programmi\Microsoft Office\OFFICE12.
  3. Se la configurazione di Outlook prevede che venga richiesto un profilo, anche lo strumento richiederà un profilo. Nell'elenco Nome profilo selezionare il profilo in cui è incluso il file con estensione ost che si desidera controllare.

Se viene richiesto di selezionare l'opzione Connetti o Lavora fuori rete, selezionare Connetti.

  1. Selezionare le opzioni desiderate.

Per impostare lo strumento in modo che le eventuali discrepanze rilevate durante l'analisi vengano risolte automaticamente, selezionare la casella di controllo Correggi errori. Se questa casella di controllo è deselezionata, i problemi rilevati verranno memorizzati in un registro ma non verranno corretti.

  1. Fare clic su Avvia analisi.

 Nota   Per visualizzare il registro di analisi, avviare Outlook e quindi aprire la cartella Posta eliminata. La cartella Posta eliminata non viene analizzata dallo strumento. Gli eventuali problemi rilevati vengono registrati in un messaggio il cui oggetto è "Controllo di integrità OST".

Torna all'inizio Torna all'inizio

 
 
Si applica a:
Outlook 2007