Introduzione agli elenchi

Un elenco è una raccolta di dati che è possibile condividere con i membri del team e altri utenti del sito. È possibile utilizzare un elenco, ad esempio, per creare un modulo per raccogliere le conferme di partecipazione a un evento oppure tenere traccia degli eventi del team in un calendario. Si possono utilizzare svariati elenchi e modelli di elenco pronti per l'utilizzo, che rappresentano un valido punto di partenza per l'organizzazione degli elementi di un elenco. L'organizzazione scelta per gli elenchi dipende dalle necessità del gruppo e dal modo in cui si preferisce archiviare e cercare le informazioni. Nell'articolo seguente sono disponibili una panoramica delle caratteristiche degli elenchi, una descrizione generale dei possibili scopi degli elenchi e un elenco di attività successive per decidere come utilizzare gli elenchi.

Contenuto dell'articolo


Panoramica degli elenchi

Un sito di SharePoint generalmente include molti elenchi predefiniti, tra cui Collegamenti, Annunci, Contatti, Gestione problemi, Sondaggi e Attività, che è possibile utilizzare come elemento centrale per la collaborazione in team o in una soluzione aziendale. In molti casi, gli elenchi predefiniti sono in grado di offrire soluzioni rapide ed efficaci che non richiedono modifiche se non in minima parte. È ad esempio possibile utilizzare gli elenchi predefiniti seguenti:

  • Sondaggi, che includono la diramazione condizionale e le interruzioni di pagina, per la valutazione della soddisfazione dei dipendenti e dei clienti.
  • Gestione problemi, che include le funzionalità di controllo delle versioni e archiviazione della cronologia delle versioni, per un'analisi più approfondita dei progetti del gruppo di lavoro e delle attività di lavoro comuni.

Gli elenchi sono completi e flessibili e presentano molte caratteristiche incorporate che consentono di archiviare, condividere e gestire dati. È possibile:

  • Creare un elenco con una vasta gamma di tipi di colonne, tra i quali Testo, Numero, Scelta, Valuta, Data e ora, Sì/No e Valore calcolato. È inoltre possibile collegare uno o più file a una voce di elenco per fornire dettagli aggiuntivi, ad esempio un foglio di calcolo con dati numerici di supporto o un documento con informazioni di riferimento.
  • Creare visualizzazioni elenco per organizzare, ordinare e filtrare i dati in modi diversi e specifici. Modificare i metadati, ad esempio aggiungendo ed eliminando colonne o modificando le regole di convalida. Utilizzare gli elenchi in modo coerente nei siti mediante i tipi di contenuto, le colonne del sito e i modelli. È possibile, ad esempio, visualizzare solo gli eventi correnti di un calendario in una home page e creare una visualizzazione analoga a un calendario a parete in un'altra pagina.
  • Creare relazioni tra elenchi utilizzando in combinazione colonne univoche, colonne di ricerca e comportamenti di relazione imposti (eliminazione a catena ed eliminazione limitata), ovvero tutti elementi che consentono di creare soluzioni aziendali più elaborate e contribuiscono a mantenere l'integrità dei dati.
  • Creare elenchi personalizzati, visualizzare i dati in web part e pagine web part e importare, esportare e collegare dati di altre applicazioni, quali Microsoft Office Excel e Office Access.
  • Tenere traccia delle versioni e della cronologia dettagliata, richiedere l'approvazione per la modifica dei dati, utilizzare la protezione di cartelle e a livello di elemento, eseguire l'archiviazione e l'estrazione e ricevere automaticamente informazioni sulle modifiche mediante avvisi e feed RSS.
  • Organizzare il contenuto in un unico elenco in cartelle per maggiore comodità e per ottenere prestazioni migliori. Migliorare complessivamente le prestazioni utilizzando l'indicizzazione per creare elenchi di grandi dimensioni.

Inizio pagina Inizio pagina

Possibilità di utilizzo degli elenchi

Di seguito sono illustrati alcuni modi per utilizzare gli elenchi per agevolare la gestione delle informazioni per il gruppo.

Tenere traccia delle versioni e della cronologia dettagliata    È possibile tenere traccia delle versioni delle voci di elenco per visualizzare gli elementi che sono stati modificati da una versione all'altra e chi li ha modificati. Se in una versione più recente vengono fatti degli errori, è possibile ripristinare una versione precedente di un elemento. Tenere traccia della cronologia di un elenco è particolarmente importante se l'organizzazione ha necessità di monitorare le evoluzioni di un elenco.

Richiedere l'approvazione    È possibile specificare che per consentire la visualizzazione di una voce di elenco, è necessaria l'approvazione. Le voci rimangono in sospeso fino a quando non vengono approvate o rifiutate da chi dispone dell'autorizzazione necessaria. È possibile controllare i gruppi di utenti che possono visualizzare una voce di elenco prima che venga approvata.

Personalizzare le autorizzazioni    È possibile specificare se i partecipanti dell'elenco possono leggere e modificare solo le voci create da loro oppure tutte le voci dell'elenco. Gli utenti che dispongono dell'autorizzazione per la gestione degli elenchi possono leggere e modificare tutte le voci di elenco. È inoltre possibile applicare livelli di autorizzazione specifici a un'unica voce di elenco, ad esempio se riguarda informazioni riservate.

Creare e gestire visualizzazioni    Il gruppo può creare visualizzazioni diverse dello stesso elenco. Il contenuto dell'elenco non viene modificato, ma le voci vengono organizzate o filtrate in modo da consentire agli utenti di trovare le informazioni più importanti o interessanti in base alle esigenze specifiche.

Aggiornare elenchi    Indipendentemente dal tipo di elenco che si sta aggiornando, il processo per l'aggiunta, la modifica e l'eliminazione delle voci di elenco è simile. Esistono due modi per aggiungere o modificare una voce in un elenco.

  • Tramite un modulo (metodo predefinito).
  • In linea, ovvero aggiungendo la voce direttamente nella pagina dell'elenco.

La modifica in linea deve essere abilitata dal proprietario dell'elenco o da un altro utente che dispone dell'autorizzazione Progettazione per l'elenco. La modifica in linea è un'impostazione della visualizzazione e non un'impostazione dell'elenco. Per abilitarla, nella pagina Modifica visualizzazione selezionare la casella di controllo Consente la modifica in linea nella sezione Modifica in linea.

Se l'elenco è configurato per tenere traccia delle versioni, ogni volta che una voce di elenco viene modificata, ne viene creata una versione nuova. È possibile visualizzare una cronologia delle modifiche della voce di elenco e ripristinare una versione precedente qualora venga fatto un errore in una versione più recente.

Utilizzare formule e valori calcolati    È possibile utilizzare le formule e i valori calcolati per generare in modo dinamico informazioni nelle colonne di un elenco. Le operazioni possono includere informazioni da altre colonne in un elenco, nonché funzioni di sistema quale [oggi] per indicare la data corrente. È possibile specificare una data di scadenza predefinita impostandola ad esempio su sette giorni dalla data corrente.

Mantenere informati sulle modifiche    Elenchi e visualizzazioni possono utilizzare RSS per consentire ai membri del gruppo di lavoro di ricevere automaticamente gli aggiornamenti. RSS è una tecnologia che consente di ricevere e visualizzare aggiornamenti o feed RSS relativi a notizie e informazioni in una posizione consolidata. È inoltre possibile creare avvisi tramite posta elettronica per ricevere notifica della modifica o dell'aggiunta di nuove voci agli elenchi. Gli avvisi costituiscono un comodo sistema per tenere traccia delle modifiche rilevanti.

Creare relazioni tra elenchi    Per creare una relazione tra due elenchi, nell'elenco di origine è necessario creare una colonna di ricerca che recuperi (o "cerchi") uno o più valori da un elenco di destinazione, nel caso tali valori corrispondano al valore nella colonna di ricerca nell'elenco di origine. Se lo si desidera, è possibile continuare con l'aggiunta di ulteriori colonne dall'elenco di destinazione a quello di origine. Quando si crea un colonna di ricerca è inoltre possibile decidere di applicare un comportamento di relazione, impostando l'opzione per l'eliminazione a catena o l'eliminazione limitata che consente di mantenere la validità dei dati e contribuisce a evitare incoerenze che potrebbero causare problemi nel tempo.

Condividere le informazioni dell'elenco con un programma database    Se nel computer in uso è installato un programma database, ad esempio Microsoft Office Access 2010, è possibile esportare e importare dati nel sito e dal sito, oltre a collegare una tabella del database a un elenco. Quando si utilizzano i dati dell'elenco in un database di Access, è inoltre possibile creare query, maschere e report.

Utilizzare gli elenchi in modo coerente nei vari siti    Se il proprio gruppo utilizza vari tipi di elenchi, è possibile ottenere una maggiore coerenza utilizzando i tipi di contenuto, le colonne del sito e i modelli. Queste caratteristiche consentono di riutilizzare le impostazioni e la struttura degli elenchi in modo efficiente. È possibile, ad esempio, creare un tipo di contenuto per un problema del servizio clienti e specificare determinate colonne (come il contatto del cliente) e particolari processi aziendali per il tipo di contenuto. Sempre a titolo di esempio, si potrebbe creare una colonna del sito per i nomi dei reparti che contenga un elenco a discesa dei reparti. La colonna potrebbe poi essere riutilizzata in più elenchi per assicurarsi che i nomi di reparto siano sempre visualizzati allo stesso modo in ogni elenco.

Utilizzare le voci di elenco da un programma di posta elettronica    Utilizzando un programma di posta elettronica compatibile con le tecnologie SharePoint, è possibile avere a disposizione informazioni importanti sugli elenchi. Utilizzando Microsoft Office Outlook 2010, ad esempio, è possibile visualizzare e aggiornare attività, contatti e aree discussioni nel sito da Outlook.

Impostare l'assegnazione del contenuto    È possibile abilitare l'assegnazione del contenuto a gruppi di destinatari specifici e quindi fare in modo che le voci di un elenco vengano visualizzate solo agli utenti membri di particolari gruppi o gruppi di destinatari di SharePoint e Active Directory. A tale scopo vengono utilizzate le web part, ad esempio la web part Query contenuto, che si avvale della caratteristica di assegnazione dei gruppi di destinatari per filtrare l'elenco in base all'appartenenza dell'utente a un gruppo. Per potere abilitare le voci di un elenco per un determinato gruppo di destinatari, è innanzitutto necessario configurare l'elenco con la colonna Assegnazione gruppi di destinatari.

Inizio pagina Inizio pagina

Tipi di elenco

Il tipo di elenco utilizzato dipende dal tipo di informazioni condivise.

Annunci    L'elenco Annunci consente di condividere notizie e stato e di offrire promemoria. Tale elenco supporta la formattazione avanzata con immagini, collegamenti ipertestuali e testo formattato.

Contatti    L'elenco Contatti consente di archiviare informazioni sugli utenti o i gruppi con cui si collabora. Se si utilizza un programma di posta elettronica o di gestione dei contatti compatibile con le tecnologie SharePoint, sarà possibile visualizzare e aggiornare i contatti dal sito SharePoint nell'altro programma. Ad esempio, è possibile aggiornare un elenco di tutti i fornitori dell'organizzazione da un'applicazione di posta elettronica compatibile con le tecnologie SharePoint, come Outlook 2010. L'elenco Contatti non gestisce effettivamente i membri del sito, ma può essere utilizzato per archiviare e condividere i contatti dell'organizzazione, ad esempio un elenco di fornitori esterni.

Aree discussioni    L'area discussioni consente di disporre di una posizione centrale per registrare e archiviare le discussioni del team con un formato analogo a quello dei newsgroup. Se l'amministratore ha abilitato gli elenchi del sito alla ricezione di messaggi di posta elettronica, sarà possibile archiviare nelle aree discussione le discussioni tramite posta elettronica effettuate nella maggior parte dei programmi di posta elettronica più comuni. Ad esempio, è possibile creare un'area discussione per il rilascio del nuovo prodotto dell'organizzazione.

Collegamenti    L'elenco Collegamenti consente di disporre di una posizione centrale per i collegamenti a Internet, alla Intranet aziendale e ad altre risorse. Ad esempio, è possibile creare un elenco di collegamenti ai siti Web dei propri clienti.

Calendario    Il Calendario risulta utile per gli eventi del team o per situazioni specifiche, ad esempio i giorni di chiusura aziendale. In un calendario sono disponibili rappresentazioni visive, analoghe a un calendario da tavolo o a parete, degli eventi del team, inclusi riunioni, eventi sociali ed eventi che durano un'intera giornata. È inoltre possibile tenere traccia delle fasi cardine del team, ad esempio scadenze o date di rilascio dei prodotti, non correlate a un intervallo di tempo specifico. Se si utilizza un programma di posta elettronica o di calendario compatibile con le tecnologie SharePoint, sarà possibile visualizzare e aggiornare il calendario dal sito mentre si utilizza l'altro programma. Ad esempio, è possibile confrontare e aggiornare il calendario disponibile nel sito utilizzando date disponibili nel calendario di Office Outlook 2010, visualizzando entrambi i calendari affiancati o sovrapposti in Office Outlook 2010.

Attività    L'elenco Attività consente di tenere traccia delle informazioni relative ai progetti e altri eventi relativi ad attività da eseguire per il gruppo. È possibile assegnare attività agli utenti e tenere traccia dello stato e dell'avanzamento di un'attività verso il completamento. Se si utilizza un programma di posta elettronica o di gestione delle attività compatibile con le tecnologie di Office SharePoint, sarà possibile visualizzare e aggiornare le attività dal sito nell'altro programma. Ad esempio, è possibile creare un elenco Attività per il processo di budget e quindi visualizzarlo e aggiornarlo in Office Outlook 2010 insieme alle altre attività.

Attività di progetto    Utilizzare un elenco di attività di progetto per archiviare informazioni sulle attività utilizzando una visualizzazione Gantt e indicatori di stato. È possibile tenere traccia dello stato e dell'avanzamento di un'attività verso il completamento. Se si utilizza un programma di posta elettronica o di gestione delle attività compatibile con le tecnologie SharePoint, sarà possibile visualizzare e aggiornare le attività del progetto dal sito nell'altro programma. Ad esempio, è possibile creare un elenco di attività di progetto nel sito per identificare e assegnare il lavoro per la creazione di un manuale di formazione e quindi tenere traccia dei progressi dell'organizzazione da Office Project 2010.

Gestione problemi    L'elenco Gestione problemi consente di archiviare informazioni relative a problemi specifici, ad esempio problemi di supporto, e di tenere traccia del relativo stato. È possibile assegnare problemi, organizzarli in categorie e correlarli tra loro. Ad esempio, è possibile creare un elenco Gestione problemi per gestire i problemi e le soluzioni del servizio di assistenza clienti. È inoltre possibile inserire commenti relativi ai problemi ogni volta che li si modifica, creando una cronologia di commenti senza alterare la descrizione originale del problema. Ad esempio, un rappresentante del servizio di assistenza clienti può registrare ogni passaggio effettuato per risolvere un problema e i relativi risultati. È inoltre possibile utilizzare un elenco Gestione problemi con un flusso di lavoro in tre stati, per agevolare la gestione dei problemi e la verifica del progetto da parte dell'organizzazione.

Sondaggio    Utilizzare un sondaggio per raccogliere e compilare commenti e suggerimenti, ad esempio un sondaggio o un quiz relativo alla soddisfazione dei dipendenti. È possibile progettare le domande e le risposte in molti modi diversi e visualizzare una panoramica dei commenti. Se nel computer in uso è installato un foglio di calcolo o un database compatibile con le tecnologie SharePoint, sarà possibile esportare i risultati per ulteriori analisi.

Elenco personalizzato    Utilizzare un elenco personalizzato per creare un elenco partendo da zero. È inoltre possibile creare un elenco personalizzato basato su un foglio di calcolo se è disponibile un programma compatibile con le tecnologie SharePoint. Ad esempio, è possibile importare da Office Excel 2010 un elenco creato per archiviare e gestire i contratti con i fornitori.

Elenco personalizzato nella visualizzazione    Foglio dati Utilizzare un elenco personalizzato nella visualizzazione Foglio dati se si desidera creare un elenco vuoto simile a un elenco personalizzato, da visualizzare però nella visualizzazione Foglio dati per impostazione predefinita. In questa visualizzazione è disponibile una griglia per la visualizzazione e la modifica dei dati in forma di righe e colonne. È possibile aggiungere e modificare righe e colonne, applicare filtri e modificare l'ordine, visualizzare totali e valori calcolati e modificare i dati nelle celle della griglia in base alle proprie esigenze. Per utilizzare la visualizzazione Foglio dati è necessario disporre di Office 2010 installato in un computer client a 32 bit e di un browser che supporti i controlli ActiveX. Per ulteriori informazioni sulla visualizzazione Foglio dati, vedere la Guida corrispondente a cui è possibile accedere aprendo un elenco nella visualizzazione Foglio dati e facendo clic su ? nella barra di stato.

Elenco stati    Utilizzare un elenco stati per visualizzare e tenere traccia degli obiettivi di un progetto. L'elenco include un set di icone a colori che indicano il livello di raggiungimento degli obiettivi.

Circolari    Utilizzare l'elenco Circolari per inviare informazioni, inclusi indicatori di conferma, ai membri del team.

Elenco dizionario Microsoft IME    Utilizzare un elenco del dizionario Microsoft IME per utilizzare i dati dell'elenco come dizionario Microsoft IME. È possibile convertire gli elementi della colonna Lettura in Visualizzazione utilizzando Microsoft IME e visualizzare il contenuto di Commento nella finestra dei commenti IME. I dati possono essere collegati a un URL specifico.

Elenco del contenuto di PerformancePoint    Utilizzare un elenco del contenuto di PerformancePoint per archiviare gli elementi di dashboard, come scorecard, report, filtri, pagine del dashboard e altri elementi creati con PerformancePoint Dashboard Designer.

Lingue e traduttori    Utilizzare un elenco Lingue e traduttori con un flusso di lavoro Gestione traduzioni in una Raccolta gestione traduzioni. L'elenco viene utilizzato dal flusso di lavoro per assegnare attività di traduzione al traduttore specificato nell'elenco per ogni lingua. È possibile creare manualmente tale elenco oppure scegliere di crearlo automaticamente quando si aggiunge un flusso di lavoro Gestione traduzioni a una Raccolta gestione traduzioni.

Elenco KPI    Utilizzare un elenco KPI per tenere traccia degli indicatori di prestazione chiave (KPI) che consentono di valutare rapidamente l'andamento sulla base di obiettivi misurabili. È possibile impostare elenchi KPI per tenere traccia delle prestazioni, utilizzando una delle quattro origini dati disponibili, ovvero dati immessi manualmente, dati disponibili in un elenco SharePoint, dati disponibili nelle cartelle di lavoro di Microsoft Office Excel oppure dati disponibili in Analysis Services, un componente di Microsoft SQL Server. Dopo la creazione di un elenco KPI, sarà possibile utilizzarlo per visualizzare lo stato dell'indicatore in una pagina dashboard.

Inizio pagina Inizio pagina

Organizzazione degli elenchi in un sito

Le caratteristiche degli elenchi hanno varie modalità di utilizzo che dipendono dalla dimensione e dal numero degli elenchi di cui si dispone, nonché dalle esigenze dell'organizzazione.

Archiviazione di molte voci in un unico elenco

Può risultare utile utilizzare un unico elenco di grandi dimensioni per soddisfare esigenze diverse. È il caso ad esempio di un numero elevato di problemi tecnici di cui tenere traccia che possono riguardare più progetti e gruppi nell'ambito dell'organizzazione.

Utilizzare un unico elenco quando:

  • Il gruppo ha necessità di visualizzare informazioni riepilogative sulle voci di elenco o di aprire visualizzazioni diverse dello stesso gruppo di voci. È il caso ad esempio di un responsabile che abbia necessità di visualizzare lo stato di avanzamento di tutti i problemi tecnici relativi a un'organizzazione oppure di tutti i problemi archiviati nello stesso periodo di tempo.
  • Gli utenti preferiscono esaminare i problemi ed eseguire ricerche nella stessa posizione in un sito.
  • Si desidera applicare le stesse impostazioni alle voci di elenco, ad esempio il controllo delle versioni o l'approvazione obbligatoria.
  • I gruppi che utilizzano l'elenco condividono caratteristiche simili, ad esempio gli stessi livelli di autorizzazione. Alle specifiche voci di elenco è possibile applicare autorizzazioni univoche, tuttavia se le variazioni tra i livelli di autorizzazione sono significative, è consigliabile utilizzare più elenchi.
  • Si desidera analizzare informazioni relative all'elenco o ricevere aggiornamenti consolidati per l'elenco. È possibile ricevere avvisi quando le voci di elenco vengono modificate o visualizzare le modifiche in un elenco utilizzando la tecnologia RSS. I feed RSS consentono ai membri del gruppo di lavoro di visualizzare un elenco consolidato delle informazioni che sono state modificate.

Inizio pagina Inizio pagina

Creazione di più elenchi

Quando tra le voci di elenco da gestire o tra i gruppo di utenti che gestiscono tali voci esistono differenze nette, è consigliabile l'utilizzo di più elenchi.

Utilizzare più elenchi quando:

  • Non si prevede che gli utenti abbiano necessità di disporre di riepiloghi comprensivi di tutte le voci.
  • Le informazioni vengono utilizzate da gruppi di utenti distinti che dispongono di livelli di autorizzazione diversi.
  • Si ha necessità di applicare impostazioni diverse, ad esempio il controllo delle versioni o l'approvazione, a più gruppi di voci.
  • Non è necessario analizzare le voci insieme o ricevere aggiornamenti consolidati sull'elenco.

Inizio pagina Inizio pagina

Organizzazione delle voci di un elenco

Di seguito sono illustrate alcune modalità di organizzazione di elenchi e voci di elenco:

Aggiungere colonne    Per consentire al gruppo di identificare le voci più rilevanti, è possibile aggiungere colonne all'elenco. Ad esempio, si potrebbe aggiungere la colonna Progetto a un elenco per consentire agli utenti che lavorano a specifici progetti di visualizzare e utilizzare con più facilità le voci di loro interesse. È consigliabile aggiungere colonne anche per raccogliere informazioni aggiuntive per ogni voce di elenco, ad esempio il nome del reparto o il nome di un dipendente.

Se in un elenco sono presenti più voci, può risultare utile indicizzare determinate colonne per migliorare le prestazioni quando si visualizzano diverse voci o si passa da una visualizzazione all'altra. Questa caratteristica non influisce sulla modalità di organizzazione delle voci ma può semplificare alle organizzazioni la procedura di memorizzazione di un numero elevato di voci in un elenco. Tuttavia, l'indicizzazione potrebbe richiedere uno spazio maggiore nel database.

Creare visualizzazioni    Le visualizzazioni sono utili nel caso in cui le persone appartenenti al gruppo abbiano la necessità di visualizzare spesso dati in un determinato modo. Nelle visualizzazioni vengono utilizzate le colonne per ordinare, raggruppare, filtrare e visualizzare dati. È inoltre possibile decidere il numero di voci che devono essere visualizzate contemporaneamente in ogni visualizzazione. Ogni utente può ad esempio sfogliare un elenco in gruppi di 25 o 100 voci per pagina, a seconda delle preferenze e della velocità di connessione di cui dispone.

Le visualizzazioni offrono la flessibilità necessaria per memorizzare un numero elevato di voci in un elenco visualizzando al tempo stesso solo i sottoinsiemi desiderati in un momento specifico, ad esempio solo i problemi inviati nell'anno corrente oppure solo gli eventi correnti di un calendario. È possibile creare visualizzazioni personali disponibili solo per l'utente che le crea e, se si dispone dell'autorizzazione necessaria per modificare un elenco, è possibile creare visualizzazioni pubbliche disponibili per tutti.

Creare cartelle    È possibile aggiungere cartelle alla maggior parte dei tipi di elenco, se il proprietario dell'elenco consente la creazione di cartelle. Questa operazione risulta particolarmente utile se le voci di elenco possono essere suddivise in un certo modo, ad esempio per progetto o per gruppo. Le cartelle semplificano l'analisi e la gestione delle voci di elenco. Le tecnologie SharePoint offrono una visualizzazione albero che consente di spostarsi all'interno di siti e cartelle con modalità analoghe a quelle utilizzate per spostarsi tra le cartelle del disco rigido. Ogni reparto, ad esempio, può avere la propria cartella.

Inizio pagina Inizio pagina

Passaggi successivi

Dopo una panoramica generale degli elenchi, di seguito sono elencate le attività più utili e frequenti che è possibile eseguire con gli elenchi.

  • Creare o eliminare un elenco nativo, un elenco esterno e le relazioni tra elenchi
  • Creare o eliminare colonne, cartelle e visualizzazioni
  • Creare tipi diversi di elenchi, come calendari e aree discussioni
  • Creare e gestire elenchi di attività di progetto
  • Aggiungere, modificare o eliminare voci di elenchi
  • Gestire elenchi che includono molti elementi
  • Configurare visualizzazioni per posizione
  • Utilizzare modelli di elenco e tipi di contenuto
  • Sincronizzare un elenco di SharePoint nel computer con programmi client
  • Impostare le autorizzazioni e configurare le impostazioni avanzate per un elenco
  • Personalizzare l'accesso degli utenti a cartelle e voci di elenco
  • Utilizzare i flussi di lavoro con un elenco

Inizio pagina Inizio pagina