Novità di Power View in Excel 2013 e in SharePoint Server

 Importante    Questa caratteristica non è disponibile in Office in un PC Windows RT. Power View e Power Pivot sono disponibili nelle edizioni Office Professional Plus e Office 365 Professional Plus e nella versione autonoma di Excel 2013. Leggere Le cartelle di lavoro di Excel 2010 con Power Pivot non funzionano in alcune versioni di Excel 2013 . Come verificare la versione di Office in uso

Tramite Power View in Excel 2013 e in SharePoint Server viene fornita un'esperienza interattiva di esplorazione, visualizzazione e presentazione di dati per tutti i livelli di competenza. È possibile unire in modo interattivo i dati in tabelle, matrici, mappe e diversi grafici per ottenere una rappresentazione dinamica ed efficace delle informazioni. Molte delle funzionalità che ora sono presenti in Power View in Excel 2013 erano già disponibili in Power View in SharePoint 2010; inoltre sono state aggiunte nuove funzionalità a entrambi.

È ora possibile creare report Power View in SharePoint Server basati sui modelli multidimensionali di SQL Server Analysis Services.

 Suggerimento    Come parte di Power BI per Office 365 , è ora possibile:

Contenuto dell'articolo


Power View in Excel 2013: nuove funzionalità

I fogli di Power View possono essere connessi a diversi modelli di dati in una cartella di lavoro

In ogni cartella di lavoro di Excel 2013 può essere contenuto un modello di dati modello di dati: una raccolta di tabelle e relative relazioni che riflette le relazioni realmente esistenti tra funzioni e processi aziendali, ad esempio quelle che intercorrono tra i prodotti, le scorte di magazzino e le vendite. interno che è possibile modificare in Excel, Power Pivot e persino in un foglio di Power View in Excel. Una cartella di lavoro può contenere un solo modello di dati interno ed è possibile basare un foglio di Power View sul modello di dati nella cartella di lavoro in questione o su un'origine dati esterna. Una singola cartella di lavoro di Excel può contenere più fogli di Power View e ogni foglio può essere basato su un modello di dati diverso.

In ogni foglio di Power View sono disponibili i relativi grafici, tabelle e altre visualizzazioni. È possibile copiare e incollare un grafico o una visualizzazione differente da un foglio a un altro, ma solo se entrambi i fogli sono basati sullo stesso modello di dati.

Per ulteriori informazioni, vedere Creazione di un foglio di Power View connesso a un modello di dati esterno in Excel.

Modificare il modello di dati interno senza uscire dal foglio di Power View

Ora che è possibile creare i fogli di Power View e un modello di dati interno in una cartella di lavoro di Excel 2013, se si basa il foglio di Power View sul modello di dati interno, è possibile apportare alcune modifiche al modello di dati mentre ci si trova nel foglio di Power View. Ad esempio:

  • Dall'elenco campi in Power View in Excel è possibile creare relazioni tra tabelle differenti nella cartella di lavoro.
  • Se nel modello di dati in Excel sono inclusi campi calcolati, è possibile creare indicatori di prestazioni chiave in base ai campi in questione e aggiungerli al report Power View in uso.

Power View in Excel Services, Excel Online e Office 365

Quando si creano fogli di Power View in Excel, è possibile visualizzare e interagire con essi in locale in Excel Services e Office 365. I fogli di Power View in Excel 2013 possono essere modificati solo in un computer client.

In Office 365 è possibile visualizzare i fogli di Power View con Excel Online Data Center, parte di SharePoint Online, anziché con Excel Services.

Per ulteriori informazioni, vedere Power View in Excel in SharePoint Server o SharePoint Online in Office 365.


 Note 

  • I fogli di Power View non possono essere visualizzati in OneDrive .
  • Se si salva una cartella di lavoro di Excel con i fogli di Power View in una raccolta Power Pivot , i fogli in questione nella cartella di lavoro non vengono visualizzati nella raccolta, ma si trovano ancora nel file e vengono visualizzati all'apertura della cartella di lavoro.

Power View in Excel 2013 e SharePoint Server: nuove funzionalità

Grafici a torta

I grafici a torta possono essere semplici o sofisticati in Power View. È possibile creare un grafico a torta di cui viene eseguito il drill-down quando si fa doppio clic su una sezione oppure un grafico a torta in cui vengono visualizzate sezioni secondarie all'interno delle sezioni di colori più grandi. È possibile filtrare in modo incrociato un grafico a torta con un altro grafico. Si supponga di fare clic su una barra in un grafico a barre. La parte del grafico a torta correlata a questa barra è evidenziata, mentre il resto del grafico è visualizzato in grigio.

Grafico a torta Power View relativo alle vendite per continente con i dati del 2007 selezionati

Per ulteriori informazioni, vedere Grafici a torta in Power View.

Mappe

Nelle mappe di Power View vengono utilizzate tessere mappa di Bing, pertanto è possibile ingrandire o eseguire una panoramica come con qualsiasi altra mappa di Bing. Le posizioni e i campi sono rappresentati da punti sulla mappa: maggiore è il valore, più grande sarà il punto. Quando si aggiunge una serie multivalore, si ottengono grafici a torta sulla mappa.

Mappa di Power View relativa agli Stati Uniti con grafici a torta

Per ulteriori informazioni, vedere Mappe in Power View.

Indicatori di prestazioni chiave

È possibile aggiungere indicatori di prestazioni chiave indicatore di prestazioni chiave (KPI): misura quantificabile per la valutazione degli obiettivi aziendali. L'indicatore KPI misura le prestazioni del valore, definito mediante una misura di base, rispetto a un valore di destinazione, che viene definito anche da una misura o da un valore assoluto. al report Power View per visualizzare lo stato di avanzamento verso gli obiettivi se questi sono presenti nel modello di dati su cui è basato il report Power View.

Tabella di Power View con indicatori KPI tramite cui vengono mostrati i ritardi dei voli

Per ulteriori informazioni, vedere Indicatori di prestazioni chiave in Power View.

Gerarchie

Se nel modello di dati è presente una gerarchia, è possibile utilizzarla in Power View. Ad esempio, nel modello di dati potrebbe essere disponibile una gerarchia denominata Location, costituita dai campi Continent > Country/Region > State/Province > City. In Power View è possibile aggiungere un campo alla volta all'area di progettazione oppure aggiungere Location e ottenere tutti i campi in una sola volta.

Se nel modello di dati non è presente alcuna gerarchia, è possibile crearla in Power View. I campi di una gerarchia possono essere ordinati in qualsiasi modo.

Inoltre, è possibile utilizzare le gerarchie dei modelli tabulari di SQL Server Analysis Services.

Per ulteriori informazioni, vedere Gerarchie in Power View.

Drill-up e drill-down

Aggiungere drill up e drill down a un grafico o a una matrice in Power View in modo che venga visualizzato un solo livello alla volta. I lettori di report eseguono il drill-down per i dettagli oppure il drill-up per i dati di riepilogo.

Se si dispone di una matrice con più campi nelle righe o colonne, sarà possibile impostarla in modo da visualizzare i livelli e, successivamente, comprimerla per mostrare solo il livello superiore o esterno. Per espandere e visualizzare i valori sotto un determinato valore nella gerarchia, fare doppio clic su quest'ultimo. È possibile fare clic sulla freccia SU per eseguire di nuovo il drill-up.

I grafici a barre, a torta e gli istogrammi funzionano nello stesso modo. Se si dispone di un grafico con più campi nella casella Asse, è possibile impostarlo in modo da visualizzare i livelli uno alla volta, a partire da quello superiore. Tramite la freccia SU nell'angolo è possibile risalire al livello precedente.

Istogramma di Power View sottoposto a drill-down fino ai paesi europei

 Nota    Il drill-down in un grafico o in una matrice funge da filtro sull'oggetto in questione. Nel riquadro Filtro è possibile visualizzare come vengono filtrati i valori nell'oggetto durante l'esecuzione del drill-down e come viene rimosso il filtro quando si esegue di nuovo il drill-up.

Per ulteriori informazioni, vedere Eseguire il drill-up e il drill-down in un grafico o in una matrice di Power View.

Formattare i report con stili, temi e ridimensionamento del testo

In Power View sono presenti nuovi temi di report. Quando si modifica il tema, quello nuovo viene applicato a tutte le viste Power View nel report o nei fogli della cartella di lavoro.

In Power View per SharePoint Server 2010 erano disponibili otto temi di colori tramite cui venivano controllati i colori del grafico.

In Power View in Excel 2013 e SharePoint Server sono disponibili 39 temi aggiuntivi con tavolozze del grafico, tipi di carattere e colori di sfondo più vari.

Inoltre è possibile modificare le dimensioni del testo per tutti gli elementi del report.

Per ulteriori informazioni, vedere Formattare i report Power View.

Sfondi e immagini di sfondo

Lo sfondo di ogni vista può essere impostato da bianco a nero, con diverse opzioni di sfumatura. In caso di sfondi scuri, il colore del testo viene modificato da nero a bianco per garantire una lettura più semplice.

È inoltre possibile aggiungere immagini di sfondo a ogni foglio o vista. Passare a un file di immagine sul computer locale o in qualsiasi altra posizione e applicarlo come immagine di sfondo per un foglio o una vista. Successivamente è possibile impostare l'adattamento, l'espansione o l'allineamento al centro dell'immagine e impostare la relativa trasparenza da 0% (invisibile) a 100% (per nulla trasparente). Tramite la cartella di lavoro o il report viene archiviata una copia dell'immagine.

È possibile combinare lo sfondo e l'immagine per ottenere diversi effetti.

Per ulteriori informazioni, vedere la pagina relativa all'utilizzo di immagini in Power View.

Collegamenti ipertestuali

Aggiungere un collegamento ipertestuale a una casella di testo in un foglio o in una vista. Se in un campo del modello di dati in uso è incluso un collegamento ipertestuale, aggiungere il campo al foglio o alla vista. Esso può essere collegato a qualsiasi indirizzo Internet o di posta elettronica.

In Power View in Excel e nella modalità di modifica per un report Power View in SharePoint è possibile visualizzare il collegamento ipertestuale facendo clic su di esso e tenendo premuto il tasto CTRL.

È sufficiente fare clic sul collegamento per una cartella di lavoro di Excel in Excel Services oppure Office 365 o per un report Power View in SharePoint nelle modalità di lettura e schermo intero.

Stampa

È possibile stampare i fogli di Power View in Excel e le viste in SharePoint. In entrambi i casi, la stampa riflette il contenuto della vista o del foglio quando viene inviato alla stampante. Se nella vista o nel foglio è contenuta un'area con una barra di scorrimento, nella pagina stampata sarà inclusa la parte dell'area visibile sullo schermo. Se in una vista o in un foglio è inclusa un'area con sezioni, viene stampata la sezione selezionata.

Supporto per le lingue con scrittura da destra a sinistra

Power View in Excel e in SharePoint supporta ora le lingue con scrittura da destra a sinistra.

Power View in SharePoint   dispone ora di opzioni per impostare la direzione predefinita per le nuove viste e la direzione per una vista esistente specifica. A meno che non venga modificata dall'utente, la direzione è uguale a quella di SharePoint.

In Power View in Excel   viene accettata l'impostazione per la direzione predefinita di Excel. Queste impostazioni possono essere modificate. In Excel selezionare File > Opzioni > Avanzate e individuare Direzione predefinita. Nella stessa finestra di dialogo è inoltre possibile modificare la direzione per un foglio specifico, senza modificare la direzione predefinita.

Per ulteriori informazioni, vedere la pagina relativa al supporto delle lingue da destra a sinistra in Excel e Office 2013.

Modifica della gestione dei numeri interi da parte di Power View

In Power View per convertire una tabella in un grafico è necessario aggregare almeno una colonna di dati.

Per impostazione predefinita, in Power View per SharePoint 2010 i numeri decimali vengono aggregati, mentre i numeri interi vengono trattati come categorie invece di essere aggregati. In una finestra di progettazione del modello di dati in Power Pivot o SQL Server Data Tools è possibile impostare i valori predefiniti per i numeri interi, tuttavia si tratta del comportamento predefinito.

In Power View in Excel 2013 e SharePoint Server tramite Power View vengono aggregati sia i numeri decimali sia i numeri interi per impostazione predefinita. Un progettista di modelli di dati può comunque specificare altri comportamenti predefiniti, tuttavia questa è l'impostazione predefinita.

Per ulteriori informazioni, vedere la pagina relativa ai numerici e non numerici in Power View.

Compatibilità con le versioni precedenti e successive di Power View

I file RDLX di Power View in SharePoint sono compatibili con le versioni precedenti, pertanto se un file di Power View è stato salvato con il componente aggiuntivo SQL Server 2012 Reporting Services, è possibile aprirlo e salvarlo in Power View in SharePoint 2010 o SharePoint 2013 con il componente aggiuntivo SQL Server 2012 Service Pack 1 (SP1) Reporting Services. Tuttavia, non è possibile effettuare l'operazione contraria, cioè non è possibile aprire un file RDLX di Power View di una versione più recente in una versione di SharePoint con un componente aggiuntivo SQL Server Reporting Services precedente.

Power View e modelli di dati

I modelli di dati di Power View e SQL Server Analysis Services sono compatibili con le relative versioni precedenti e successive:

È possibile basare un file di Power View in SharePoint 2010 con il componente aggiuntivo SQL Server 2012 Reporting Services su un modello di dati di Excel 2013 o un modello tabulare di SQL Server 2012 SP1 Analysis Services e viceversa. Tuttavia, alcune funzionalità quali gerarchie e indicatori KPI sono disponibili solo se si basa un report Power View in SharePoint Server con il componente aggiuntivo SQL Server 2012 SP1 Reporting Services su un modello di dati di Excel 2013 o un modello tabulare di SQL Server 2012 SP1 Analysis Services.

Power View ed Excel Services

Power View ed Excel Services sono compatibili con le versione precedenti, ma non con quelle successive:

  • SharePoint 2013 è compatibile con le versioni precedenti nelle cartelle di lavoro di Power Pivot in Excel 2010. Se si carica una cartella di lavoro di Power Pivot di Excel 2010 in SharePoint 2013, è possibile aprirla in Excel Services, nonché basare su di essa un report Power View.
  • SharePoint 2010 non è compatibile con le versioni successive con i modelli di dati della cartella di lavoro di Excel 2013. Se si carica una cartella di lavoro di Excel 2013 con un modello di dati in SharePoint 2010, potrebbe non funzionare correttamente in Excel Services e non è possibile basare un report Power View su di essa.

Per altre informazioni, vedere la pagina relativa all'aggiornamento dei modelli di dati di Power Pivot da una versione precedente.

Power View in SharePoint Server

Report Power View su modelli multidimensionali

È ora possibile usare Power View in SharePoint Server per esplorare i dati in modo interattivo e creare visualizzazioni dinamiche da modelli multidimensionali di Analysis Services.

Oggetti di un modello multidimensionale in Power View

Esplorare il modello multidimensionale di Adventure Works mediante Power View

 
 
Si applica a:
Excel 2013, Power View in Excel 2013, Power View in SharePoint Server 2013