Pagina 5 di 11INDIETROAVANTI

Importare dati: Importare dati esterni in Excel

Selezione di un'origine dati nel Collegamento guidato dati

Figura 1  Nel primo passaggio del Collegamento guidato dati è necessario scegliere il tipo di collegamento da utilizzare.

Selezione di un database di Access come origine dati nel Collegamento guidato dati

Figura 2  Indicare quindi l'origine dati alla quale stabilire il collegamento.

Nome origine dati (DSN) ODBC è il tipo più generico di collegamento che è possibile selezionare nella procedura guidata.

ODBC è l'acronimo di Open Database Connectivity, un file di programma utilizzato per collegarsi a un database. DSN è l'acronimo di Data Source Name (Nome origine dati).

Nel primo passaggio del Collegamento guidato dati selezionare Nome origine dati (DSN) ODBC come tipo di collegamento, quindi scegliere Avanti (vedere la Figura 1), infine effettuare una selezione tra numerosi tipi di database, inclusi dBase e Access.

Poiché i dati del prodotto che si desidera importare sono memorizzati in un database di Access, sarà necessario selezionare Database di Microsoft Access dall'elenco, quindi scegliere Avanti (vedere la Figura 2).

A questo punto selezionare il database di Access e la tabella che si desidera aprire. Al file risultante verrà assegnato automaticamente un nome, tuttavia è possibile modificarlo. Quando si sceglie Fine nell'ultimo passaggio, i dati verranno importati in Excel.

Tale procedura verrà illustrata in dettaglio nell'esercitazione disponibile alla fine della lezione.

Riutilizzare un file odc

Dopo avere creato un file odc, ogni volta che si apre la finestra di dialogo Seleziona origine dati, tale file verrà visualizzato nell'elenco delle origini dati disponibili che è possibile aprire. Il file odc può essere riutilizzato per collegarsi rapidamente alla medesima tabella di database e importarla senza dover utilizzare il Collegamento guidato dati.

Nota     È possibile creare tutti i file odc necessari per lo stesso database, uno per ogni tabella. Assicurarsi che i nomi utilizzati siano sufficientemente descrittivi per poter identificare rapidamente i file.

Pagina 5 di 11INDIETROAVANTI