Funzione IIf

In base alla valutazione di un'espressione (espressione: Qualsiasi combinazione di operatori matematici o logici, costanti, funzioni, nomi di campo, controlli e proprietà che restituisce un valore unico. Le espressioni possono eseguire un calcolo, modificare caratteri o eseguire dei test su dati.), restituisce una delle due parti dell'espressione.

È possibile utilizzare la funzione IIf ovunque sia possibile utilizzare le espressioni. La funzione IIf consente di determinare se un'altra espressione è True o False. Se l'espressione è True, IIf restituirà un valore; se è False, IIf restituirà un altro valore. I valori restituiti da IIf vengono specificati dall'utente.

Vedere alcuni esempi

Sintassi

IIf(espr, partevera, partefalsa)

La sintassi della funzione IIf prevede gli argomenti (argomento: Valore che fornisce informazioni per un'azione, un evento, un metodo, una proprietà, una funzione o una routine.) seguenti:

Argomento Descrizione
espr Obbligatorio. Espressione che si desidera valutare.
partevera Obbligatorio. Espressione o valore restituito se espr è True.
partefalsa Obbligatorio. Espressione o valore restituito se espr è False.

Osservazioni

La funzione IIf valuta sempre sia partevera sia partefalsa, anche se restituisce uno solo dei due valori. Per questa ragione, è consigliabile considerare i possibili effetti secondari indesiderati. Se, ad esempio, la valutazione di partefalsa restituisce un errore di divisione per zero, si verificherà un errore anche se espr è True.

Esempi

Utilizzare IIf in una maschera o in un report    Si supponga di disporre di una tabella Clienti che contiene un campo denominato PaeseAreageografica. In una maschera si desidera determinare se l'italiano è la prima lingua del contatto. È possibile aggiungere un controllo e utilizzare IIf nella relativa proprietà Origine controllo, come riportato di seguito:

=IIf([PaeseAreageografica]="Italia", "Italiano", "Altra lingua")

Quando la maschera viene aperta nella visualizzazione Maschera, nel controllo verrà visualizzato "Italiano" ogni volta che il valore per PaeseAreageografica è Italia e "Altra lingua" ogni volta che PaeseAreageografica corrisponde a un altro valore.

Utilizzare IIf in espressioni complesse    È possibile utilizzare qualsiasi espressione come parte di un'istruzione IIf. È inoltre possibile "annidare" le espressioni IIf, in modo da confrontare una serie di espressioni dipendenti. Per continuare con l'esempio precedente, si supponga di voler testare diversi valori di PaeseAreageografica e di visualizzare la lingua appropriata in base al valore esistente:

=IIf([PaeseAreageografica]="Italia", "Italiano", IIf([PaeseAreageografica]="Francia", "Francese", IIf([PaeseAreageografica]="Germania", "Tedesco", "Altra lingua")))

Il testo "Altra lingua" costituisce l'argomento partefalsa della funzione IIf più interna. Poiché ogni funzione IIf annidata costituisce l'argomento partefalsa della funzione IIf che la contiene, il testo "Altra lingua" viene restituito solo se tutti gli argomenti espr di tutte le funzioni IIf restituiscono False.

Per un altro esempio si supponga di lavorare in una biblioteca. Il database della biblioteca contiene una tabella denominata Prestiti che include un campo denominato Scadenza contenente la data entro la quale un determinato libro deve essere restituito. È possibile creare una maschera che indica lo stato di un elemento prestato in un controllo utilizzando la funzione IIf nella proprietà Origine controllo del controllo, nel modo seguente:

=IIf([Scadenza]<Data(),"SCADUTO",IIf([Scadenza]=Data(),"In scadenza oggi","Non scaduto"))

>Quando la maschera viene aperta nella visualizzazione Maschera, nel controllo verrà visualizzato "SCADUTO" se la data indicata nel campo Scadenza è precedente alla data corrente, "In scadenza oggi" se corrisponde alla data corrente, "Non scaduto" negli altri casi.

 Nota   Per usare operatori logici, ad esempio "And" o "Or", nell'argomento espr della funzione IIf, è necessario racchiudere l'espressione logica nella funzione Eval. Vedere la tabella di esempio seguente.

Utilizzare IIf in una query    

La funzione IIf viene usata di frequente per creare campi calcolati nelle query. La sintassi è la stessa, ad eccezione del fatto che in una query è necessario anteporre all'espressione un campo alias (alias (SQL): Nome alternativo per una tabella o campo in un'espressione. Gli alias vengono spesso utilizzati per abbreviare il nome di un campo o di una tabella per successivi riferimenti nel codice, al fine di evitare possibili riferimenti ambigui o di fornire un nome più descrittivo nel risultato di una query.) e due punti (:) anziché un segno di uguale (=). Per usare l'esempio precedente, digitare quanto segue nella riga Campo della griglia di struttura della query:

Lingua: IIf([PaeseAreageografica]="Italia", "Italiano", "Altra lingua")

In questo caso "Lingua:" è l'alias di campo.

Per ulteriori informazioni sulla creazione di query e di campi calcolati, vedere l'articolo Selezionare dati mediante una query.

Utilizzare IIf nel codice VBA    

 Nota   Negli esempi seguenti viene illustrato l'utilizzo di questa funzione in un modulo di Visual Basic, Applications Edition (VBA). Per ulteriori informazioni sull'utilizzo di VBA, selezionare Riferimento per sviluppatori nell'elenco a discesa accanto a Cerca in, quindi immettere uno o più termini nella casella di ricerca.

In questo esempio viene utilizzata la funzione IIf per valutare il parametro TestMe della routine CheckIt e restituire la parola "Grande" se il valore è superiore a 1000 o "Piccolo" se è inferiore.

Function CheckIt (TestMe As Integer)
    CheckIt = IIf(TestMe > 1000, "Grande", "Piccolo")
End Function

      

Altri esempi

Espressione Risultati
=IIf([CodiceAeroporto]="ROM","Roma",IIf([CodiceAeroporto]="MXP","Milano",IIf([CodiceAeroporto]="NAP","Napoli","Altro"))) Se il valore di [CodiceAeroporto] è "ROM", viene restituito "Roma", se è "MXP" viene restituito "Milano", se è "NAP" viene restituito "Napoli"; in caso contrario, viene restituito "Altro".
=IIf([DataSpedizione]<Date(),"Spedito",IIf([DataSpedizione]=Date(),"In partenza oggi","Non spedito")) Se il valore di [DataSpedizione] è antecedente alla data odierna, viene restituito "Spedito"; se invece è uguale alla data odierna, viene restituito "In partenza oggi". In caso contrario, viene restituito "Non spedito".
=IIf([DataAcquisto]<#1/1/2008#,"Vecchio","Nuovo") Se il valore di [DataAcquisto] è antecedente a 1/1/2008, viene restituito "Vecchio"; in caso contrario, viene restituito "Nuovo".
=IIf(Eval([Volt] Between 12 And 15 And [Amp] Between 0.25 And 0.3),"OK","Non tarato") Se il valore di [Volt] è compreso tra 12 e 15 e il valore di [Amp] è compreso tra 0.25 e 0.3, viene restituito "OK"; in caso contrario, viene restituito "Non tarato".
=IIf(Eval([PaeseAreageografica] In ("Canada","USA","Messico")),"Nordamerica","Altro") Se il valore di [PaeseAreageografica] è "Canada", "USA" o "Messico" viene restituito "Nordamerica"; in caso contrario, viene restituito "Altro".
=IIf([Media]>=90,"A",IIf([Media]>=80,"B",IIf([Media]>=70,"C",IIf([Media]>=60,"D","F")))) Se il valore di [Media] è uguale o maggiore di 90 viene restituito "A", se è uguale o maggiore di 80 viene restituito "B", se è uguale o maggiore di 70 viene restituito "C", se è uguale o maggiore di 60 viene restituito "D"; in caso contrario, viene restituito "F".

 Nota   Se si utilizza la funzione IIf per creare un campo calcolato in una query, sostituire il segno di uguale (=) con un alias (alias (SQL): Nome alternativo per una tabella o campo in un'espressione. Gli alias vengono spesso utilizzati per abbreviare il nome di un campo o di una tabella per successivi riferimenti nel codice, al fine di evitare possibili riferimenti ambigui o di fornire un nome più descrittivo nel risultato di una query.) di campo e due punti (:). Ad esempio, Stato: IIf([DataSpedizione]<Date(),"Spedito",IIf([DataSpedizione]=Date(),"In partenza oggi","Non spedito"))

 
 
Si applica a:
Access 2013, Access 2010, Access 2007